Elezioni amministrative

 

 immgine45thumbnail1.jpg

 VOTA ANTONIO

OGGI 13/5, CHIUSURA DELLA CAMPAGNA ELETTORALE

 

            L’ultima serata di propaganda politica è iniziata con la lista n° 4 della candidata sindaco signora M.R.Grasso; è seguita la n° 2 del candidato sindaco dott. Vito Perrone; successivamente la lista n°1 del candidato sindaco geom. Carlo Marra; infine la lista n°3 del dott. Paolo Menozzi.

Di fronte ad una presenza massiccia di elettori tutti hanno esposto le loro buone ragioni senza particolare astiosità, non le riporto perché sono argomenti già triti e ritriti in questo mese di campagna elettorale. Quindi niente di particolare da aggiungere rispetto a quanto già denunciato e da me registrato e riferito. Ci sono state solo due particolarità che meritano di essere portate a conoscenza di coloro che non erano presenti:

la prima è la presenza dell’ex assessore Francesco Ria insieme alla squadra dei candidati del sindaco uscente dott. Vito Perrone. Difficile da interpretare questa sua presenza tra i candidati, visto che Rifondazione Comunista, della quale Francesco Ria è stato espressione nell’amministrazione uscente, non fa parte di nessuna lista. Si è invece tenuta fuori da questa competizione elettorale non essendoci, a suo parere, le condizioni politiche che ci furono invece cinque anni fa. E decidendo di lasciare libertà di voto secondo la coscienza politica di ogni militante e simpatizzante. Che Francesco Ria sia approdato nel PD? Doverosa domanda, ma non ho ancora informazioni certe sull’argomento. Solo l’interessato, se lo riterrà opportuno, potrà intervenire con un suo commento e informare amici e compagni.

La seconda che merita essere menzionata, è la cattiveria politica che l’ex sindaco Salvatore Perrone ha sfoderato nei confronti dell’amministrazione uscente. Cattiveria gratuita però, sapendo bene che nessuno avrebbe potuto ribattere alle sue accuse e confutarle in alcun modo. Quindi ha snocciolato tante di quelle accuse e insinuazioni che, se fossero vere anche solo la metà, ci sarebbe da augurarsi che d’ora in poi si dedichino ad altro gli amministratori uscenti. Ma siccome conosciamo già lo stile declamatorio e le opere da amministratore di Salvatore Perrone, è opportuno prenderle con le pinze queste sue contumelie.

Altri particolari di rilievo? Ma sì, alcuni candidati novizi sono intervenuti e hanno spiegato le loro buone ragioni per le quali si sono candidati. Infine è da registrare la presenza del Ministro iper-berlusconiano Fitto. Il quale come se non lo sentissimo e lo leggessimo tutti i giorni, ci ha voluto ripetere con stile pappagallesco tutte le canagliate che racconta e realizza il suo capo contro la Magistratura, contro la Corte Costituzionale, contro il Presidente della Repubblica, al fine di scongiurare la condanna a vita che meriterebbe tutta, se si facesse almeno una volta processare.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso 14/5/2011

 

 

  

  1. Salvatore Perrone è la “vergogna politica” per la nostra comunità.
    Da voltastomaco il suo parlare e accusare a vanvera.(..da quale pulpito!)Menozzi non val la pena menzionarlo, lui parla solo per fare da eco al suo “padrone”.
    Fitto, come berlusconi! Che ce l’avesse registrato il discorso!?
    Mi domando che cosa ha partorito la mente missionaria di Gino Mastria!?…
    Mi chiedo se per caso ha individuato della cattiveria, nel parlare e nei comportamenti dei suoi compagni di viaggio.
    Mi piacerebbe leggere una qualche sua considerazione riguardo all’intervento di ieri a sera di Salvatore Perrone e di Menozzi.

    Reply
  2. A Collepaso alcuni politici illustri si sono avvicendati per appoggiare le 4 liste concorrenti. Quanta grazia di Dio vederli tutti insieme: ci mancavano Floris e Santoro e sarebbe stata l’ennesima puntata di spettacolo (rissoso) politico in TV. Che schifo!!! Ma cosa credono che i cittadini di Collepasso siano stupidi , che non s’informano e non s’interessano alle vicende socialpolitiche/giudiziarie/amministrative della nostra Italia???Milioni di Euro spesi per tenere su tutto carrozzone dei Palazzi e come se non bastasse
    alcuni “beneficiari” di soldi pubblici vengono ancora a parlarci di un Sud che non esiste e a farci promesse irrealizzabili , di ennesimi sacrifici ricompensati, poi, da un futuro roseo !!BASTA !!!!! Il marciume della loro lontanissima “politica” non deve infettare la nostra comunita’!! Continuiamo a tenerci questa attuale (piccola) parvenza di pseudoSinistra e non ci lasciamo ingannare da belle parole preregistrate nei Parlamenti Europei e italiani sia a livello regionale che provinciale. Gaetano, scusa lo sfogo, ma con gli stipendi delle signore /i politici presenti ieri vicino al Municipio risanavamo le incombenze di Collepasso max in un paio d’anni!! Cosa ne pensi??Grazie.

    Reply
  3. Sante parole, caro “franco e schietto!!!” saluti, gaetano

    Reply
  4. Francesco Ria 14 maggio 2011, 13:06

    Nessun passaggio al PD o ad altro partito. I beneficio del dubbio è concesso a tutti, ma posso tranquillemente dire che le uniche tessere che ho in tasca sono dell’ARCI e della CGIL e quest’ultima più per fede quasi religiosa che per condivisione delle ultime scelte. Attualmente non vedo forze politiche e partitiche in grado di rappresentare la mia condizione di giovane e lavoratore. In assenza di una presenza extraparlamentare forte non mi rimane che ascoltare e sperare di non far morire i valori di giustizia sociale in cui ho sempre creduto. Nonostante questo mi ha dato molto fastidio che il mio nome sia stato accostato, in questa campagna elettorale a quello di più candidati sindaco e consigliere. Pur non condividendola in assoluto considero la lista di Vito Perrone quella che può far meglio in questo momento per il nostro paese. Ma se qualcuno non avesse voluto strumentalizzare il mio nome non mi sarei mai permesso di espormi direttamente. Anche perchè sono a Collepasso per meno di venti giorni all’anno e quindi non avrei alcun interesse ad espormi pur desiderando solo il meglio per il mio paese.
    A presto!
    Francesco

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *