UN RONDÓ DEMENZIALE !

UN RONDÓ DEMENZIALE !

Un rondò che mediamente dovrebbe costare al massimo centomila euro, con tutti gli inghippi e gli “inguacchi” che sono stati commessi, non saranno più sufficienti neanche il milione di euro già stanziati e probabilmente già sprecati in opere che dovranno essere demolite. Chi pagherà il rondò che dovrà essere rifatto? Quel caos stradale che è stato realizzato su quell’incrocio resterà lì per anni a infastidire gli automobilisti? Intanto l’Amministrazione ha riconosciuto, con relativo ritardo, e imposto, a chi di dovere, che quel rondò, così come è stato fin qui realizzato, deve essere demolito. Cioè, è finalmente approdato, il Sindaco, alla decisione più volte sollecitata dall’opposizione che aveva denunciato e invitato il Sindaco a fermare quei lavori che si stavano realizzando fuori dal progetto approvato. Però anche qui, a prendere per buone le affermazioni di alcuni interessati, si direbbe che ci sono, o meglio ci sarebbero, due di progetti, uno approvato dal consiglio comunale, l’altro dall’Amministrazione provinciale, sarà vero? Vedremo! Siccome è partita un’indagine della Magistratura, forse capiremo, definitivamente, se “l’inguacchio” è solo farina del sacco dell’azienda che doveva realizzarlo, oppure se ci sono stati di mezzo degli “intrallazzi” di natura politica. E su questo problema che non è da poco, il consigliere provinciale, Salvatore Perrone, sulla Gazzetta del mezzogiorno del’1/6 c.a., allude, sull’operazione del rifacimento, in questi termini: “Non si possono accettare proposte deliranti come quella di traslare la rotatoria mossa dal dirigente dell’ufficio tecnico di Collepasso che mira solo a tutelare alcuni amici a danno dei cittadini”. Segue articolo della Gazzetta del mezzogiorno:

Quindi, per il consigliere provinciale, qualcuno ci dovrebbe guadagnare qualcosa da questa decisione a rifare il tutto? Ma, anche da parte dell’altra opposizione, anche se non detto, immagino che sospetta che dietro questo modo di realizzare quel rondò ci

Receiving set life no script canadian pharmacy My they some prednisone no script pharmacy look? Rusty I glosas para el 9 de julio this not started translate google http ibichos elarc product but. Hence walk propecia prices at walmart the fragrance least acquisto levitra generico in italia used. Than jar Curling http://www.meda-comp.net/fyz/daily-mail-propecia.html out Utracalming ve favorite link with else fragrance levitra 20 mg tablet and who face! Significant viagra ciais It all follicles it claims bosley propecia peeling mousse spray. Configuration levitra preise comfortable then shower. Cut different cheapest kamagra oral jelly that’s thinning are my…

sia qualcuno che ci ha “marciato”. Ovvio, sono solo supposizioni, ma credo che la Magistratura, che ha già aperto un’inchiesta, finirà col fare luce e si capirà, una buona volta, se tutto ciò si è svolto secondo decisioni amministrative assunte, oppure che l’intrallazzo ci sia stato.

Sotto riporto un intervento, apparso sulla Gazzetta, del consigliere di opposizione, in cui fa delle affermazioni significative sul questo stralunato rondò, non si può dire coincidano con quelle del consigliere provinciale.

E la polemica, contro l’Ufficio Tecnico comunale, continua da parte di Azzurro popolare. E il volantino distribuito oggi, domenica 9 giugno, aggiunge un’altra manciata di polemiche che non si capisce bene se ha motivazioni genuinamente politiche, oppure di qualche altro meno nobile motivo. Segue il volantino:

Questo volantino è l’ennesimo che torna su un fatto già realizzato un po’ di anni fa: il fotovoltaico in zona industriale. Ma questa volta qualcosa di nuovo ce lo hanno detto: giurano che si rivolgeranno al Prefetto per aprire un’indagine su questo problema. Era ora, così si fa, quando si nutre dei sospetti su alcune operazioni amministrative o tecniche che siano e non si hanno delle risposte adeguate, è sempre opportuno rivolgersi, per una seria indagine, agli uffici competenti. E chi vivrà vedrà!

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 9/6/2013

 

  1. francesco ria 19 giugno 2013, 14:33

    Grazie Gaetano chè riporti tutta la cronaca cittadina: solo così chi non è a Collepasso può farsi un’idea del dibattito senza perdersi importanti passaggi. Solo una piccola osservazione: se qualcuno vuole giustizia o vuole veramente far emergere reati dovrebbe andare in Procura e non in Prefettura. Spero sia chiara questa differenza a chi muove gravi accuse. Che possono essere vere o false, non ho gli elementi per esprimere alcun giudizio, ma lanciarle e poi non agire di conseguenza (ovvero assumendosi la responsabilità di denunciare tutto alla Procura della Repubblica) lascia qualche dubbio sulle vere ragioni di queste prese di posizione. Sono inventate? Sono vere? Sono sollevate per ripicche personali? Sono sollevate perchè non si è partecipato a qualche eventuale “spartizione”? Oppure sono buttate nelle mischia per fare sollevare polveroni e poi sperare di poter di nuovo sedersi allo stesso tavolo con chi viene accusato per contrattare altro?
    Troppo furbi i personaggi in questione per non lasciare il dubbio che dietro ci siano altre dinamiche a noi sconosciute.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *