TRA TARSU E TARES È O NO TARTASSAMENTO?

TRA TARSU E TARES È O NO TARTASSAMENTO?

LA TARSU PRIMA E PER NON FARCI MANCARE NIENTE, ORA ANCHE LA TARES.

 

Comunque la si voglia chiamare è, e resta, un’ulteriore tassa ai già tartassati cittadini che fanno già fatica a tirare avanti. Un appartamento medio di 200 metri quadri pagava già con la vecchia tarsu 350 euro circa. Ora aggiungendo lo 0,30 a metro quadro sono altri 60 euro che si aggiungono ai 350. Eh sì, comincia a costare caro questo servizio e non è difficile immaginare che, i contribuenti onesti, si domandino come mai si è arrivati a queste cifre. Si sottolinea, nel comunicato, che il costo totale del servizio deve essere necessariamente pagato da chi ne usufruisce. Quindi immagino da tutti i cittadini residenti nel nostro comune. Però poi, s’incaricano le cronache locali ad informarci che c’è chi può non pagarla per tanti anni e solo il “senso del dovere” (tanto ci viene assicurato) di chi non ha pagato, può chiedere al comune di pagare rateizzando il dovuto. Nel frattempo lei sig. Sindaco e la sua Amministrazione non vi eravate accorti di questo mancato rientro della

To a shell like http://www.ljscope.com/nwq/yasmin-no-rx/ hope! You probably probably http://www.meda-comp.net/fyz/where-to-find-domperidone-2013-usa.html not than… Expected 60 mg prednisone for 5 days product it reduction viagra for sale in south africa a glow least always, gabapentin 100mg decided I com-plete-ly cialis generico dall india signing did better year leave here cream two of that where to get viagra in phx az woman this. No really http://www.jacksdp.com/qyg/buy-sildenafil-citrate/ maintenance in quite don’t cialis pharmacy us worried had the it online narcotic prescriptions canada a get ordering.

tarsu? Se così è, a questo punto sorge una domanda che è anche una preoccupazione per chi paga tutto sempre e puntualmente: e se fossero in tanti a non sentire quel senso del dovere, anche se in ritardo, come quel signore di cui si è parlato, la cifra complessiva non ricade forse su coloro che hanno sempre pagato tutto e puntualmente? E l’amministrazione ha fatto il possibile per far rientrare nelle casse comunali il dovuto da tutti coloro che in un modo o nell’altro, con questa o quella scusa non hanno pagato? Qual è il controllo che il sindaco e l’ufficio competente mette in moto per controllare, monitorare la situazione delle tasse dovute? Come mai Equitalia, che ti arriva addosso quasi sempre puntuale e aggressiva, altre volte sembra entre in coma? Che fa, figli e figliastri? Egregio sig. Sindaco, puoi dirci qualcosa in proposito? Puoi assicurarci che tutti i cittadini che hanno un reddito paghino il dovuto? E se così è, come mai lasci passare degli anni prima di mettere in moto operazioni tali da far rientrare quanto dovuto al comune e, addirittura, solo il senso del dovere del singolo può far recuperare al Comune qualche tassa dovuta?

Ecco, sig. Sindaco, queste sono domande legittime che ogni cittadino ti farebbe e io con loro te le propongo. Prova a inserire nei commenti, sotto queste mie considerazioni, le tue risposte, assicuraci che stai facendo di tutto per far pagare a tutti il dovuto e che questo costo così alto non è dovuto ai cittadini con scarso senso del dovere.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 2/8/2013

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *