SU FACEBOOK ESPLODE LA PROTESTA CONTRO IL VATICANO CHE NON PAGA LE TASSE.

papa1.jpg   v51.jpg    clip_image007.jpg

In 60 mila scrivono su facebook: “Vaticano pagaci tu la finanziaria.”  Altri: “Visti tutti i soldi che vi diamo fate la vostra parte per portare l’Italia fuori dalla crisi economica”. Altri ancora: “Ma perché non fanno opera di carità e misericordia, rinunciando alle esenzioni sugli immobili per alleviare le sofferenze dei credenti?  Ecc. ecc.”.

Le agevolazioni fiscali insieme all’8 per mille fanno tre miliardi di euro che lo Stato Italiano rinuncia a incassare dallo Stato del Vaticano. I Radicali denunciano in Parlamento il sistema “truffaldino”  dell’8 per mille con il quale, solo con quella voce, incassa il Vaticano un miliardo di euro  l’anno. Anche il FLI lancia: “facciamo pagare l’ici al Vaticano”.  Ma i cattolici in parlamento  si ostinano a difendere le agevolazioni vaticane, tanto afferma la Presidente del PD, Rosy Bindi: “Non appoggeremo l’emendamento dei radicali. Credo che la chiesa sia una grande ricchezza per la società Italiana”. Sarà certamente una ricchezza per la chiesa, ma farla passare poi per una ricchezza per la società Italiana, mi pare un’affermazione un po’ troppo stravagante. Comunque è questa la posizione ufficiale del PD, autentico neo partito “clerico-liberale”.

 Ma anche la Spagna di Zapatero diventa euforica per la visita del “pastore tedesco” e spende e spande malgrado la crisi economica devastante per i ceti più deboli, per i poveri. Ma si sa, più si è deboli, più si ha bisogno dei miracoli, quindi ben venga il “santo padre” portatore di miracoli e miracolati. Non sono mancati gli scontri tra papa-boys e anti-clericali, i quali pare se le siano date con laica e “santa” ragione. Ma la polizia sembrava indirizzata a colpire solo gli anticlericali. Però non come negli anni trenta, quando la chiesa e il fascismo trionfante massacravano insieme milioni di repubblicani democratici, i quali si opponevano al fascismo trionfante del porco caudillo Franco. Resistenti democratici massacrati e seppelliti nelle fosse comuni che nessuno prete, vescovo, cardinale, ha mai ricordato. Mentre s’innalzano sugli altari il clero collaborazionista del franchismo massacratore. Alla faccia dei Vangeli dei quali si dicono portatori.

Ma guarda un po’, ieri, sabato 20, proprio “il Cardinale Bagnasco si straccia le vesti perché finalmente ha scoperto che “l’evasione fiscale in Italia è impressionante”. Forse i contabili del vaticano soddisfatti di non pagare le tasse si sono accorti solo ora di quanti milioni di euro avrebbero potuto incassare dallo Stato Italiano con l’8 per mille se gli evasori avessero pagato regolarmente le tasse. Forse con l’aiuto del Vaticano riusciremo a stanare gli evasori? E sì, ci vuole proprio un “miracolo”!

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 21/8/2011

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *