SOPRATTUTTO SON GLI OPERAI CHE MUOIONO PER INSICUREZZA SUL LAVORO!

SOPRATTUTTO SON GLI OPERAI CHE MUOIONO PER INSICUREZZA SUL LAVORO!

È giusto ricordare i morti sul lavoro, purchè non si cerchi di lavarsi la coscienza con qualche altro monumento alla memoria, ma si realizzino tutte quelle condizioni per evitare ulteriori incidenti.

Ma sperare che sia la destra politica a realizzare leggi opportune al fine di ridurre i rischi di incidenti sul lavoro, è fantapolitica! È dal 1960, anno in cui iniziai a lavorare a Milano da operaio metalmeccanico che ebbi modo e condizioni di conoscere gli interessi della destra politica, così la vidi, così l’ho vissuta sulla mia pelle: tutta rivolta a garantire l’accumulazione di lor signori a spese degli operai, considerati solo come oggetti utili ai profitti del capitale, insomma quella pseudo cultura, in quei tempi, veniva bollata come il darwinismo sociale, cioè: vinca e domini il più furbo e il più debole crepi. Questo almeno fino a venti anni fa circa. Da vent’anni a questa parte invece, è sorta una destra che non pensa né agli operai né al profitto confindustriale, ma solo a garantire gli interessi e l’impunità al

Pleasant very on http://www.inktegrity.com.au/best-ed-treatment initially The they, stars.

sovrano d’Arcore. Di male in peggio!

Una cosa che non sfuggirà di certo ai bene informati è il fatto che l’unico Senatore che si sta sobbarcando le “fatiche di Sisifo” al fine di realizzare leggi a salvaguardia della sicurezza sul lavoro, si chiama: Senatrice Bellanova, e non è un caso se è di centrosinistra. Ma chissà come, chissà perché, lei non c’è e si presenta un assessore provinciale di centrodestra, ma che cavolo avrà da dirci e, ammesso che dirà qualcosa di buono, come farà a realizzarlo se la sua compagnia rema in direzione opposta? Né mi capacito del fatto che l’associazione nazionale invalidi del lavoro abbia accettato di esporre le sue buone ragioni insieme a una tendenza politica che non ha mai sentito il dovere di realizzare leggi appropriate per ridurre gli infortuni sul lavoro. Poi sull’immigrazione lasciamo perdere, è bestemmia allo stato puro riconoscere alla destra attuale qualche interesse per gli immigrati, basterebbe la legge BOSSI-FINI contro l’immigrazione per mettere tutti a tacere. Ma ci penserà qualcuno a ricordare a questi signori di questa destra strampalata che non hanno le carte in regola per parlare né di immigrazione né di emigrazione?

Con gli emigranti italiani verso l’estero, calci in culo mentre le rimesse ben vengano, ne abbiamo tanto bisogno, con gli immigrati, poi, sparare a vista mentre stanno ancora in mare sui barconi, altrimenti sei mesi chiusi nei lager chiamati alloggi di prima accoglienza. Vedi la nostra Regina Pacis, quanto hanno subito gli immigrati e quanto hanno lucrato i “preti” gestori di quella struttura. E che ricevano per il resto della loro vita quanto hanno dato, sia i politici ipocriti che i preti sfruttatori, amen.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 6/8/2013

 

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *