SENTI CHI PARLA!!!

raggi

SENTI CHI PARLA!!!

            Mentre osserviamo, impotenti, vedere che i ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri, al punto che 11 milioni di italiani non hanno più neanche le risorse per pagare i ticket e sono costretti a rinunciare a curarsi, si resta allibiti nel constatare quanta energia si sta dipanando al fine di raccontarci l’ultima sceneggiata politica. I giornali riempiono i loro fogli fino all’80%, lo stesso fanno tutte le reti tv, persino il terremoto è passato in seconda pagina; di immigrazione non se ne parla più; di crisi economica ancor meno. Ci fosse una sinistra di classe, forse le cose andrebbero diversamente, purtroppo gli esponenti che un dì furono di sinistra, ora son diventati tutti pentiti del loro passato. Insomma hanno realizzato che con la sinistra di classe la vita diventerebbe, per loro, meno brillante.

Lo scontro, o meglio la commedia all’italiana in atto a Roma capitale e opposizioni gattopardesche, stanno facendo emergere, dal mio punto di vista, solo una lotta senza quartiere per assicurarsi la gestione del malaffare nazionale, insieme ai soliti poteri forti. Tutti giurano che non ci sono questi poteri forti quando sono loro accusati e, saltano fuori, invece, quando si tratta di accusare altri, insomma una specie di Araba Fenice ballerina, c’è non c’è, dei nostri giorni. Sentire da parte di certi deputati e senatori che i 5 stelle hanno mentito e, per questo, dichiararsi indignati, francamente mi scappa da ridere. Ma come, i vostri partiti hanno salvato dalla galera fior di deputati e senatori accusati di ogni genere di truffe, e voi, con il vostro voto contro le procure vi siete schierati al lor fianco (200 indagati ed alcuni rinviati a giudizio possono vantare tra le loro fila, per questo tutti zitti, acqua in bocca).Vi abbiamo visti votare compatti in parlamento per salvare Berlusconi dalla galera (Berlusconi non sapeva che Rubi era minorenne, giurarono col loro voto e, Berlusconi si salvò). Infine, ultima perla: avete votato, pochi giorni fa, compatti come un sol uomo  una assicurazione che costa alle casse dello Stato 350 mila euro all’anno. Assicurazione che, addirittura, vi garantisce persino la copertura anche se guidate l’auto ubriachi, questa assicurazione vi copre tutto, invece di andare in galera. Senza contare le micidiali e gravi conseguenze per la nostra democrazia parlamentare, sono le controriforme che avete votato sia alla Camera che al Senato. E questa leggina, sulle “assicurazioni privilegiate e tanto poco onorevoli” e, tutto ciò, sono passate veloci in pochi giorni dalla Camera dei Deputati e dal Senato, smentendo, così, tutti coloro che sostengono che le due camere fanno perdere tempo. Ma andate a farvi fottere figli di “parasaule”.

Che poi sia io, un comunista, uno che crede nella lotta di classe a difendere chi continuamente  sostiene che non c’è né destra né sinistra e che rappresenterebbero ricchi e poveri e persino i morti di fame, a questa affermazione mi vien voglia di “mettere le mani alla pistola”, che poi sia costretto dalla gazzarra che hanno messo in piedi, a difendere i 5 stelle, che mi stanno politicamente sulle scatole, è paradossale, ma non ci posso fare niente, ciò che osservo in questi giorni sembra la festa nazionale dell’ipocrisia e, l’ipocrisia, in politica, è una vergogna nazionale che dilaga in tutti i settori della vita politica, è disgustosa, è il vizietto nazionale più dissacrante insieme a quello del rubare.

Ma osservate bene, gli avversari dei 5 stelle non contestano i membri delle Giunta capitolina, che sono ben ammanigliati con centri di potere disgustosi, compreso lo studio del famigerato Cesare Previti. No, si sono accaniti solo sulle cose taciute dagli esponenti, a proposito di indagini e iscrizione nel registro degli indagati della famigerata signora Muraro. Tutto ciò, a me, la dice lunga sull’onestà politica di questi denigratori. In realtà, con certi poteri, questi denigratori hanno fatto affari da sempre, ora si sentono scalzati dai 5 stelle, e apriti cielo, scalzare i loro concorrenti a cinque stelle, è, per loro, fondamentale. Insomma, loro e solo loro, possono garantire affari ai poteri forti e nessuno altro, meno che mai i 5 stelle. Quindi il “mangia tu che mangio anch’io“, deve essere solo affar loro e nessun altro può provare a sostituirli.

I cinque stelle non sono molto diversi da loro, vogliono governare allo stesso modo come hanno governato i loro denigratori, puntando tutto sull’onestà, sulla trasparenza, sulla economicità dei suoi rappresentanti (certo, sarebbe cosa buona e giusta, ma pensare che con queste caratteristiche si risolvono le ingiustizie che le masse subiscono, è, di fatto, solo un atto di fede e, come tale, va lasciato ai poveri di spirito).  ma, questi, i partiti tradizionali e sfacciatamente filo capitalisti, non ci stanno, non mollano l’osso ed è il tentativo, questo, di riappropriarsi del potere che rischiano di perdere, nient’altro sotto sole si intravede. Pensare, credere che i cinque stelle o i loro denigratori, volessero fare cose diverse, è da creduloni incalliti. No, non essendoci una forza politica di sinistra, veramente alternativa, antagonista a questi poteri economici e finanziari, il gioco al massacro degli ultimi è, di fatto, per i pescecani, un gioco da ragazzi, senza rischi e tanti vantaggi. Ecco i limiti delle democrazia. Le masse tartassate invece di votare diversamente, preferiscono arrangiarsi come meglio possono: “fotti tu che fotto anch’io”, convinti così che potranno emergere dalla fame, dalla disperazione, dalle malattie. Insomma, anche le masse hanno scelto il “fai da te”. Buona notte masse, vi state scavando la fossa con le vostre mani. Si lo so, non sono tutti così, certo, però cominciano a diventare troppi, e più diventano tanti, più difficile sarà risalire da questa fogna che ci hanno scavato e infilato i vostri politicanti.

F.to gaetano paglialonga 

Collepasso, 8/9/2016

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *