Scandaloso Sacconi

sacconi2.jpg

E’ un periodo in cui non leggo i quotidiani italiani. Perciò, apprendo solo ora che:

  1. il nostro governo intende assegnare al ministro del Welfare il compito di regolare i prezzi dei farmaci (attualmente è un compito di AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco);
  2. il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, va a letto con la lobbysta dei produttori dei farmaci.

Davvero.

“… il governo ha in programma di “separare la decisione del prezzo dei farmaci dalle considerazioni tecniche sulla loro efficacia, rimettendo la decisione sui prezzi al ministro del welfare”.

Detta così, può suonare una scelta politica neutra. In fondo che ci importa di chi decide il prezzo dei farmaci? Che sia il ministro o che sia l’AIFA , l’importante è che il prezzo sia deciso con rigore e giustizia nei confronti dei cittadini (e dello Stato, che paga per la maggior parte dei farmaci).

Ma c’è un problema. Il titolare del dicastero del welfare e della sanità si chiama Maurizio Sacconi: 58 anni, ex socialista, militante di Forza Italia, ha moglie e un figlio. E chissenefrega della biografia di Sacconi, direte voi? Giusto. La moglie è la signora Enrica Giorgetti, direttore generale di Farmindustria” (Marco Cattaneo, “Spoil sister”).

“Lobbysta” non è spregiativo, ma il nome della professione della signora Giorgetti.

La fonte della notizia è Nature (”Clean hands, please”, pdf), il che spiega perché è un periodo in cui non leggo i quotidiani italiani. Nell’articolo, Nature ricorda anche che il governo ha appena affidato l’Agenzia Spaziale Italiana a un ex dirigente di un fornitore dell’Agenzia.



  1. Loforestieroprolisso 14 settembre 2008, 20:17

    Dopo aver letto quanto sopra credo di aver udito, nel silenzio generale, uno strano rumore frusciante.

    Dopo aver scartato l’ipotesi iniziale relativa alla ventola del computer ritengo si sia trattato di un cespuglio rotolante alle mie spalle.

    Reply
  2. Sì, è una terra desolata.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *