Roma 11 Ottobre 2008

Il manifesto

Una folla enorme (300 mila persone secondo gli organizzatori) ha riportato in piazza a Roma la sinistra ormai extraparlamentare. Rifondazione, Comunisti italiani, Verdi e Sinistra democratica provano a far ripartire l’opposizione. E a piazza Navona Di Pietro fa il pieno di firme contro il Lodo Alfano…….

L’undici ottobre 08, penso verrà ricordata come la giornata dell’orgoglio della sinistra, l’orgoglio del comunista.

Questa è la prima sensazione che si coglieva nell’osservare la faccia degli anziani comunisti, e l’allegria, malgrado tutto, di innumervoli giovani comunisti. una manifestazione immensa. una manifestazione alla quale iio e altri compagni di Collepasso abbiamo partecipato, portandoci nei pressi della testa del corteo. Dopo aver percorso un tratto dei fori imperiali e passato sotto il colosseo e fiancheggiato il circo massimo, siamo giunti intorno all 17 in piazza “bocca della verità”. dopo un’ora e trenta che eravamo già in quella piazza, siamo stati costretti ad andar via perchè dovevamo riprendere l’auto in un parcheggio chiuso, pena il dover restare fino alunedì per riprendersela, in quanto alle 19 chiudeva.

Ebbene, tornando indietro abbiamo percorso più di due altri chilometri con la manifestazione che continuava a recarsi nella piazza su detta. altre miglia di compagne e compagni sdriati sull’erba nel circo massimo e in ogni dove a riposarsi.

dicono trecentomila, a noi son sembrati molti di più. Interventi molto significativi i quli ci hanno parlato delle lotte e anche dei sorprusi in varie realtà locali in questi ultimi tempi succedutesi. infine hanno si parlato i leader ma noi non eravamo più lì, del resto quelli li sentiamo amche troppo, mentre dovrebbero parlare di meno e agire  e organizzare più spesso momenti di lotta, e di manifestazioni, possibilmente anche un po’ più arrabbiate.

 

  1. Ora auguriamoci che, coloro che hanno la responsabilità di questo movimento, sappiano utilizzare queste risorse al meglio.

    Reply
  2. Per un grande movimento ci vogliono grandi leader…. e i soldi per pagarli dove stanno??

    Reply
  3. Siccome i comunisti non credo sia stata una crezione divina, ma una necessità socio economica e, visto che le cose tendono a peggiorare sempre per le stesse categorie sociali, mi pare ovvio che di comunismo c’è ancora bisogno. Tranquilli, nella storia centinaie di volte è già successo che sembrava dovesse crollare tutto, poi si è ricominciato meglio di prima.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *