Quart'ultimo giorno di vota Antonio

 

dscn0716.JPG

Martedì 10/5 alle ore 20, comizio della lista n° 4 “Rinnovamento per Collepasso” della candidata sindaco signora M.R. Grasso.

            Introduce Roberto Nuzzo il quale invita tutti ad un abbassamento di toni, ad un confronto civile. Ma subito dopo lancia un’accusa senza indirizzo nei confronti di coloro i quali stanno utilizzando addirittura buoni pasto e/o buoni per fare la spesa, oltre che alle immancabili promesse di posti di lavoro. Ricorda che questo si identifica con il reato di voto di scambio. Ben detto. Però se può dimostrarlo bene, faccia i nomi, altrimenti taccia, perchè anche questo lanciare accuse contro ignoti, quindi contro tutti e nessuno, è il classico modo per surriscaldare gli animi. E siccome aveva invitato tutti ad abbassarli…

Passa la parola ad un giovane candidato: Paolo Malorgio di anni 27. Un giovane che, pur essendo un neofita in politica e completamente a digiuno di esperienza amministrativa, ha messo in mostra una capacità dialettica notevole esponendo idee guida di tutto rispetto. Ha sostenuto con convinzione, tra le altre cose, che la cultura è uno dei cardini su cui è necessario far leva per migliorare le condizioni della nostra Collepasso; che è necessario puntare sui giovani talenti ma si dovrà operare in modo tale da ridurre il divario tra la freschezza e l’inesperienza giovanile e la saggezza degli adulti portatori di esperienze. Niente male per un giovane!

Prende la parola il Consigliere provinciale di maggioranza Carlo Merenda il quale, pensando di fare cosa buona e giusta, accusa l’amministrazione uscente di alcune cose che avrebbe dovuto risolvere già da tempo: quali la micidiale curva sulla strada di maglie, nonché la strada dissestata verso Parabita.

La candidata sindaco R.M.Grasso interviene, e la cosa più significativa che racconta, oltre alle solite rivendicazioni che io traduco con: “nui simu li mèjiu”, mi fa venire un brivido quando parla di un comunista DOC ultra ottantenne, il quale sarebbe particolarmente interessato alla sua candidatura. Siccome tra le cose che ha sostenuto ha voluto vantarsi anche di aver contribuito a eleggere il consigliere provinciale di centro destra sopra citato, e quindi rivendica un collegamento di fatto con il suo schieramento, è chiaro che il compagno DOC lo sarà pure stato a suo tempo, ma ora o ha le idee confuse, o ha cambiato profondamente idea. È un suo diritto cambiare idea, ma non è un suo diritto dirsi comunista e votare per signore e signori decisamente di centrodestra. La signora Grasso, pur avendo militato a lungo nel centrodestra, mi era parso di capire che in questa occasione volesse collocarsi al centro, invece…

immagine44.jpg 

La lista n°2 del candidato sindaco dott. Vito Perrone inizia alle ore 21, ed è in attesa che arrivi la vicepresidente regionale Loredana Capone, la quale, purtroppo per i compagni, arriva fuori orario e non può intervenire in pubblico. A questa simpatica signora, esponente del PD, se avessi potuto le avrei chiesto perché si ostina a conservare la carica di consigliera provinciale. I troppi incarichi, carinissima signora, a sinistra sono incomprensibili. Si dimetta e lasci l’incarico a chi viene dopo di lei. Sì, lo sappiamo, dietro di lei c’è un compagno di rifondazione comunista che forse solo lei, o peggio il suo partito, non gradisce che entri nel consiglio provinciale. Beh, che rifondazione comunista fosse mal vista dall’ex segretario Veltroni lo si sapeva, ma che anche Bersani fosse dello stesso parere, della stessa linea mi è nuovo.Complimenti comunque alla signora e/o al partito.

 Il candidato sindaco dott. Vito Perrone, in attesa della vicepresidente regionale Loredana Capone, risponde alle strampalate accuse che il consigliere provinciale di maggioranza Carlo Meranda aveva formulato poco prima. Gli ricorda con dovizia di particolari che le due strade in questione, la curva sulla via di Maglie nonché la strada dissestata sulla strada di Parabita, non sono mai state di competenza comunale, ma sono sempre state di esclusiva competenza provinciale. Quindi è lui, la sua amministrazione, la sua maggioranza di centrodestra che deve provvedere. Di mio aggiungo: sono sempre più numerosi, purtroppo, i politici i quali parlano senza cognizione di causa, senza la dovuta documentazione.

            Prende la parola per la seconda volta in questa campagna elettorale una giovanissima ragazza, Sara Pellegrino. A differenza della prima volta in cui espose una visone trascendentale del suo impegno, questa volta ha parlato di cose concrete. Ci ha informato dell’esperienza che sta facendo nel presentarsi nelle famiglie venendo a contatto con tanti problemi che ignorava del tutto, sostenendo che trova questa esperienza molto interessante. Aggiungendo che non fa parte di alcun partito ma è impegnata nel sociale e in una associazione culturale. Sta migliorando, auguri.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso 11/5/2011

 

 

 

  1. Caro signor Cipputi lei ha dimenticato di menzionare, ad onor dell’informazione, che a pochi metri da Piazza Municipio un Deputato e un coordinatore provinciale nonche’ consigliere comunale, entrambi gallipolini, hanno incontrato simpatizzanti e cittadini curiosi di una lista “antagonista” alle tre da Lei menzionate. Certo non era un comizio pubblico ma sicuramente riempiva giornalisticamente il grande “sciamare” di politici che in questi giorni ci onorano della loro presenza….enon (vedi la Capone) Grazie e… Vota ANTONIO!

    Reply
  2. X Antonio: Mi è sfuggito quell’incontro, ti invito a raccontarla tu la serata con i gallipolini. se non la farai troppo lunga inviamela e la pubblicherò. ciao gaetano o cipputi se preferisci.

    Reply
  3. ahahah , ma che fate Unione per collepasso ?
    Ma dai.. Vito Perrone sei il centravanti di questa squadra ??? le elezioni sono una cosa seria eh … hahaha . Cosa centra il calcio ?

    Reply
  4. Alla sig.rina Manta che non vuole alzare i toni ma chi sa cosa farebbe per la rabbia a chi secondo lei è stato fuori e non può parlare, vorrei sapere in questi anni cosa ha fatto lei per il paese? Dove ha operato… in che ambito?
    Dovrebbe informarsi meglio quando parla su cosa ha seminato qualcuno nella società di Collepasso e cosa ha seminato soprattutto LEI.
    Non siate cari saccenti inquadrati e coperti alla corte del “capo… mandatelo a dire”.
    Chiedetevi come mai in 5 anni abbia perso tante persone nella sua amministrazione. NON DIMENTICHIAMO QUESTE COSE.

    Reply
  5. vinceenzo paglialonga 12 maggio 2011, 14:53

    Scusate se intervengo in ordine a quest’ultimo intervento: io non conosco bene lìAvv. manta ma mi sembra una persona seria e preparata e soprattutto misurata. Non ha sparato giudizi malevoli nei confronti di altri ma ha semplicemente detto che è inutile (probabilmente si riferiva al nuovo santone Gino mastria) rifarsi nell’amministrazione di un comune a grandi aneliti di bontà e carità ma si può volare più bassi e pensare al vicino di casa e ai suoi bisogni come avrebbe fatto lei.
    E poi, dico a te anonimo scrittore che le chiedi cosa ha fatto per il suo paese, intanto lei e tanti altri ragazzi come lei si è messa in gioco e ha messo la sua faccia per dire: datemi il vostro appoggio elettorale e io cercherò di essere attiva per collepasso perchè è il posto dove ho deciso di vivere. se poi dopo non sarò stato soddisfacente non mi voterete più. Dite tanto che c’è bisogno di persone giovani e nuove e poi qyando una si proprone dite: che cosa hai fatto tu nei secoli dei secoli prima!! E tu anonimo che hai fatto visto che non hai manco il coraggio di firmarti col nome e cognome??
    Grazie dell’accoglienza.
    Vincenzo Paglialonga

    Reply
  6. Il problema è dove ha vissuto fin ora la sigr.rina Manta.
    Dicendo che Gino non si è occupato del vicino di casa si vede che non ha proprio presente la realtà di Collepasso.
    Il fatto di candidarsi e scoprirsi nei giorni della campagna elettorale pronti al servizio mi sembra alquanto riduttivo.
    Se non dovesse essere eletta pensate che continuerà ad impegnarsi?
    Io mi auguro di si. Vedremo

    Reply
  7. Buonasera,
    innanzitutto ringrazio Gaetano per questo spazio di informazione e discussione, sono contenta dei vostri commenti e credo sia giusto dare delle risposte ai vostri quesiti.
    Al sig. Dimentico quindi dico che in questi ultimi 5 anni io non ho rubato, ho sempre cercato di comportarmi correttamente, ho impiegato maggior parte del mio tempo per studiare e per diventare un avvocato.
    in questi anni ho sempre sopportato in silenzio politici dell’opposizione che avevano da offrirmi solo una politica urlata ed oggi con un minimo di preparazione in più ho deciso di dire la mia e di dare il mio contributo per il progresso di questo paese.
    ho deciso di rimanere a vivere e lavorare qui, nonostante tutte le difficoltà che ci sono per chi come me vuole imporsi nel mondo del lavoro ma ho fatto questa scelta anche per non privare collepasso di altra forza giovane e quindi non me ne sono andata via dimenticando tutto e tutti.
    quello che posso dire, quindi, è che nel mio piccolo ho sempre cercato di lavorare bene e per questo non credo sia necessario diventare dei moralizztori, ho cercato di dare il buon esempio a tanti giovani che vogliono impegnarsi nello studio e nella politica e questo credo non sia poco.
    al sig. Osservando invece posso dire che io ho sempre vissuto a Collepasso quindi le cose che dico sono supportate da mie esperienze di vita reali, inoltre vorrei che si capisse che non metto assolutamente in dubbio le qualità umane del sig. Gino credo solo che avendo vissuto tanto tempo fuori forse non ha ben chiaro a chi indirizzare i propri consigli perchè le persone che ora sono intorno a lui in passato non hanno avuto atteggiamenti così vicini alla carità cristiana che tanto predica, quindi sul punto non credo di essere stata troppo fuori luogo.
    per il resto ho sempre cercato di dare il massimo in ogni cosa che ho fatto e anche se queste elezioni non dovessero andare bene sicuramente continuerò a lavorare e a dare il mio contributo senza far troppo rumore come ho fatto sino ad oggi.
    Laura Manta

    Reply
  8. Vorrei esprimere la mia stima a questa signora che finalmente dice cose ragionavoli e di semplice buon senso. Non promette mari e monti e dice che quello che ha da dare, oltre alla sua competenza, cultura e passione, è l’onestà. Mi sembra che parta col piede giusto e, davanti a tanti ballonari di professione e sfaccendati di mestiere, sia una spanna più su.
    Io non ho deciso chi votare. Ho sempre votato a destra (addirittura lu B…..e!!) ma questa volta penso di votare la lista di Perrone e questa signora merita di avere fiducia. Le auguro buona fortuna

    Reply
  9. Brava Laura. In bocca al lupo.

    Reply
  10. Ho ascoltato la lista Perrone Vito nella piazza antistante il municipio e devo dire che mi hanno convinto con i fatti dettagliati delle opere compiute, del programma e soprattutto delle facce pulite che stanno proponendo ai cittadini. La sig.ra Manta, la giovanissima Sara Pellegrino (che sprizza energia positiva da tutti i pori), il sempre presente Castellana mi rappresentano in quanto giovani volenterosi pronti a imparare dai “vecchi” saggi della lista “Unione per Collepasso”.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *