Quattro liste elettorali per le amministrativie 2011

immagine5.jpg  immagine00144.jpg immagine-3.jpg  immagine4.jpg

 

Solo quattro le liste, Lucio Russo ha avuto qualche difficoltà all’ultimo minuto, amen!.

Qualche notazione sulle quattro liste in gara:

 La lista di destra “Alleanza per Collepasso” del candidato sindaco dott. Paolo Menozzi, ha voluto sottolineare, tra un saluto e un doveroso augurio,  che la sua lista annovera la presenza oltre al PDL e Azzurro popolare, anche il FLI e Puglia Prima di tutto. Una clamorosa assenza è quella  dell’ex sindaco Salvatore Perrone, si è tirato indietro, fin qui non è dato sapere i motivi di questa sua scelta. Quindi si possono solo fare ipotesi: forse ha deciso d’impegnarsi  di più come Assessore Provinciale,  questa è una buona notizia.

La lista “Unione per Collepasso”  con candidato sindaco dott. Vito Perrone, annovera il maggior numero di giovani,  questa è un’altra buona notizia. Perde alcuni suoi Consiglieri e Assessori dell’Amministrazione uscente, però vanta una nuova entrata con il consigliere uscente dell’opposizione Ivan Mazzotta, quindi, ex UDC. Comunque è la lista del solo PD e simpatizzanti.

La lista “nuovo progetto per Collepasso”, con candidato sindaco  geom. Carlo Marra, oltre ai tre giovani presenti in lista, può vantare anche di aver strappato ben tre assessori e un consigliere dell’Amministrazione uscente. Qui di partiti se ne contano tre: l’UDC, IdV  e Io Sud.

La lista “Rinnovamento per Collepasso” della candidata sindaco signora M.R.Grasso, conta quattro giovani, questo è fattore positivo, un consigliere dell’opposizione uscente, a suo tempo eletto nella lista vincente unione per Collepasso, e lei stessa consigliere di opposizione. È sola con il suo movimento il quale può vantare una  presenza  provinciale.

Tutti i candidati, di tutte le liste, sono persone degne del massimo rispetto, fino a prova contraria. Politicamente invece meritano qualche osservazione…

La lista di Menozzi, tutte persone per bene, che però porteranno i voti nel Governo della mignottocrazia. E, quel Primo Ministro, che sta facendo ridere tutto il mondo, e distruggendo lo stato di diritto in Italia, si conterà uno per uno anche i voti di Collepasso come fossero suoi,  questo è politicamente un male incommensurabile.

La lista del dott. Vito Perrone, diciamo pure di centro–sinistra, ha fatto di tutto per restare isolata. Da un paio d’anni l’atteggiamento discutibile sul piano personale di alcuni suoi esponenti ha fatto perdere alcuni degli Assessori e Consiglieri uscenti. Malgrado ciò, mi auguro che siano i giovani ad emergere, c’è bisogno anche nel centro–sinistra di una nuova classe dirigente, e tanti auguri ai giovani.

La lista del geom. Carlo Marra, è ben fornita, articolata, con contraddizioni politiche notevoli al suo interno. Ma ahimè, siccome a Collepasso le coerenze politiche sono sparite da un pezzo e non s’intravedono inversioni di tendenze all’orizzonte, non è da escludere che questa lista faccia il pieno di preferenze. Buon per loro.

La lista della signora Grasso invece ha preferito correre da sola, rifiutando altre possibili alleanze. Sarà dura per questa lista ottenere un buon risultato.

Tanti auguri a tutti!

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 16/4/2011

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *