PENSIONATI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI

pensionati

PENSIONATI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI

            Il mondo della finanza globalizzata è in subbuglio, stanno già pensando a qualche altra scorribanda finanziaria (altre crisi finanziarie, altre ruberie dei colletti bianchi, altre ruberie bancarie) al fine di costringere gli esecutivi delle varie nazioni a prendere drastici provvedimenti contro questa tendenza a sopravvivere al lavoro e pretendere, addirittura, la pensione: non è aria, non ci sono più le risorse, insomma non lo consente più la globalizzazione finanziaria. Gli esecutivi politico-capitalisti (i governanti) non sanno più che pesci prendere: i pensionati, a loro modo di vedere, e un po’ per paura, pensano che  stanno per diventare immortali, e non hanno ancora capito se è uno scherzo di qualche dio marxista o di qualche demone alleato degli anarchici. Insomma questi dèi del ventunesimo secolo o sono diventati tutti lassisti oppure son diventati tutti ribelli, tutti rivoluzionari.

Nonostante ciò, continuano a pregare tutti gli dèi, in chiese, moschee, sinagoghe, e in tutte le lingue,  affinchè i vecchi muoiano presto, e siccome dèi e demoni non intervengono, non muovono foglia, allora ricorrono anche a tagli alle pensioni, tagli anche e in modo particolare nella sanità; e siccome ciò non basta perché sono ancora troppo pochi a morire, sperano che le infermiere capaci di spedire all’altro mondo un po’ di vecchi con qualche opportuna iniezione sia finalmente una buona e opportuna soluzione per liberarsi di questi vecchi ingombranti spedendoli con costi contenuti all’altro mondo. Perché, sempre secondo la loro cultura politica, questi vecchi fanno danni se restano a lavorare fino a settanta anni perché così non si creano posti di lavoro per i giovani, ma se si mandano prima in pensione all’INPS non quadrano i conti. L’unica soluzione è una morte precoce che colpisca da sessanta in su. E poi un bel funerale, magari, ma sì, si può fare, magari anticipando le spese del funerale da parte dello Stato, però poi si potrebbe trattenere il loro TFR. Infine, via a denigrare vecchi a tutto spiano, via a inveire contro i vecchi e a favore di figli e nipoti sostenendo che i vecchi, questi loro padri e nonni, stanno prosciugando il loro avvenire. Insomma, sperano così, dopo aver messo figli e nipoti contro padri e nonni, che questi ultimi trovino la forza di suicidarsi. E non sarà facile perché l’istinto di autoconservazione, che anche da vecchi si conserva, impedisce a questi anziani di immolarsi in nome e per conto del benessere dei loro figli e nipoti

Eh che cacchio, tutto il mondo della finanza capitalista si sta facendo in quattro per riportare tutto a tempo determinato, ora gli anziani invece che fanno? forse perché abituati al lavoro a tempo indeterminato, staranno cercando e facendo di tutto (penseranno i politicanti) per diventare presenti su questa povera terra a tempo indeterminato? Insomma c’è il rischio concreto che diventino immortali, così addio ai bilanci statali, addio al riequilibrio tra debito pubblico e Prodotto Interno Lordo.

Poveri noi pensionati, ci stanno facendo sentire degli intrusi, degli scrocconi, dei mangia pane a tradimento. E pensare che fino a qualche tempo fa eravamo considerati addirittura una risorsa umana, portatori di cultura e buone tradizioni, eravamo addirittura rispettati persino dai ragazzini. In che cacchio di mondo siamo finiti? E chi lo ha portato fin qui?

Comunque, tra tutti questi pescecani sopra citati, che io definisco cinici e che spero muoiano loro il più presto possibile, ci sono quelli un po’ più umani che pensano di ridurre a tutti la pensione attraverso un ricalcolo dal retributivo al contributivo. A molti è sembrata subito una buona e giusta operazione, così si ridurrebbe il gettito che l’INPS è costretta a sborsare tutti i mesi a milioni di vecchi. Ma, ahi loro, i tecnici giurano che non si può fare in quanto è un calcolo impossibile da realizzare. Allora tagliamo le pensioni a partire da quelle tre volte il minimo, e con il pretesto di solidarietà con le future generazioni, risparmieremmo qualche miliardo buono, soprattutto al fine di poter aumentare, invece, un po’ le tangenti che, in realtà cominciano a diventare un po’ troppo esigue e, magari, aumentare anche le varie diarie e prebende a quei poveracci di parlamentari a tutti i livelli che, “giustamente”, si lamentano di non arrivare, anche loro, a fine mese.

 Beh, tra il serio e il faceto vi ho raccontato come e cosa stanno predisponendo i soliti noti per noi pensionati.

F.to pagliatano

Collepasso, 10/4/2016

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Older Post