Paese che vai ipocrisie che trovi.

               imgp5203.JPG

clip_image001.jpg   mohammed.jpg  clip_image003.jpgclip_image002.jpg

 

 

C’era una volta l’avvocato Agnelli, il quale un giorno proclamò: “Solo un Governo delle sinistre può realizzare una politica di destra”.  Sembrò una bestemmia, invece, negli anni successivi tanto si realizzò. Oggi, qui da noi, possiamo sostenere parafrasando l’Agnelli: “solo  ad un’Amministrazione di centro-sinistra (con qualche agnostico e ateo devoto),  è in grado di realizzare cose molto care ai clericali”. Fino al punto di economizzare sulle buche stradali e investire più di duemila euro per quel mosaico. Infatti, questi, e non altri, sono riusciti a immaginare e far inserire un mastodontico, sproporsionato mosaico rappresentante l’immagine della “nostra Dea”, meglio conosciuta come “la Madonna“, e collocarla nientemeno che in piazza, proprio lì sulla torre dell’orologio.  E già, “Nessuno è mai andato in bancarotta vendendo Dei”.

Una riflessione politica:

Una volta c’era la D.C. che mischiando il simbolismo sacro (lo scudo crociato) al potere profano, riuscì a gestire a lungo un intero potere articolato tra mafia, eversione politica e affarismo padronale, con il consenso elettorale di tanti “poveri di spirito”. Quel vizietto di combinare sacro e profano è stato adottato dai neo-democristiani del PD. Affidano ancora oggi i problemi politici ai miracoli della Madonna?!?  Ma allora, per favore, candidiamo un prete a Sindaco, meglio ancora se è un vescovo, e magari il papa al posto del berluska. Ahi laicità, se ci sei batti un colpo!!!

Solo dei poeti come De Andrè sono in grado di rendere simpatica e cordiale l’ipocrisia, come gli è riuscito infatti con la sua famosissimaBocca di Rosa”.

 E così tra una bocca di rosa sulla stradina e una “Vergine” sull’orologio l’ipocrisia è già assurta a ideologia collepassese?

“E con la Vergine in prima fila 

e bocca di rosa poco lontano 

si porta a spasso per il paese

 l’amore sacro e l’amor profano”.

No, credo che i comuni mortali collepassesi “storceranno il

naso”.

F.to G.P.

 Collepasso, 13/9/2010

  Il Vescovo di Locri, Monsignor Giuseppe Morosini, a proposito di corruzione, e ipocrisia, tanto ha affermato con cristiana devozione: “Non servono le battaglie del Crocifisso nei luoghi pubblici, se poi non si vivono i valori che il Crocifisso rappresenta; Non serve portare le statue dei santi se poi non si vivono i valori che i santi hanno incarnato. Ma la gente spesso è sorda, abbarbicata alle proprie tradizioni. La religiosità del sud deve purificarsi molto in tal senso”.

 

  1. E dobbiamo essere abbastanza contenuti nelle lamentele “laiche” dal momento che la pratica dei sacrifici umani per ingraziarsi gli Dei sembra sorpassata!

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *