Nuovo Governo?!

 

clip_image00987.jpg

Nuovo Governo?!

Nuovo Governo, nuove stangate! La politica in serie B per riportare l’Italia in serie A?

Eravamo abituati a vedere in campo la politica e i tecnici e i massaggiatori in panchina. Eravamo abituati a vedere i politici servirsi dei tecnici. Ma da decenni i politici giocano così male che i tifosi ora preferiscono veder giocare i tecnici e i massaggiatori e lasciare i politici in panchina. Malgrado ciò non si rassegnano a restare in panchina e realizzano, ogni giorno, sempre più ostacoli alla nascita di questo “governo tecnico”. E siccome al dio mercato non sfugge niente, continua a far schizzare in alto il prezzo del suo denaro. Furono in molti ad illudersi che tangentopoli avesse fatto piazza pulita dei furfanti truccati da servitori dello Stato. Emerse invece, come nuovo, il più vecchio e il più foraggiato da quel sistema che si credeva annichilito, e fu la Berlusconite.

Come si è potuto arrivare a tanto?

La caduta del muro di Berlino fornì l’alibi a tutti di stracciare le ideologie politiche. E una volta disarmate le loro coscienze dai principi morali e dagli indirizzi ideologici, rubare, arraffare, fottere il prossimo e sentirsi a posto con la coscienza fu tendenza dominante (salvo egregie e numerose eccezioni). Nel frattempo navigava già a gonfie vele il mercato globale e la finanza globale, incentivata dagli stessi dissennati politici ora in quarantena. Gli imprenditori videro che con la “borsa” si guadagnava di più e si rischiava di meno, così anche questi abbandonarono le imprese e si diedero alla speculazione: fare soldi con i soldi. Le banche non finanziano più le imprese ma si son messe anche queste a giocare con i soldi altrui speculando in borsa.

Nulla si salvò da quelle macerie?

Questi pseudo politici, per liberarsi del tutto dai freni inibitori ideologici del loro stesso passato, riuscirono a far sparire con metodi truffaldini (riforme elettorali, una dopo l’altra) quei partiti che non intendevano adeguarsi alla degenerazione politica e a tutti i suoi derivati. Ora sono arrivati anche loro al capolinea. Sono fuori gioco. Infatti, la massa monetaria in modo truffaldino accumulata, per grazia ricevuta da quella classe politica degenerata, pretende, dopo aver ridotto sul lastrico gli stati Nazione, che questi stessi stati finanzino le banche, facendo così pagare il conto ai cittadini che nel frattempo sono stati ridotti a sudditi della maestà dello sporco denaro.

Gli Stati devono salvare le banche, le stesse banche che hanno fatto fallire gli Stati!

E per essere certi del risultato, le banche mandano i banchieri a governare gli Stati”.(Croza)

Ma siccome questi politici che ci hanno portato a un passo dal fallimento non ci sono stati imposti, ma eletti da milioni di cittadini, allora è anche colpa di tanti cittadini, non dalla sorte matringa.  Consolazione: il Presidente incaricato ci tiene a far sapere che intende: “risanare la situazione finanziaria e riprendere il cammino della crescita in un quadro di accresciuta attenzione all’equità sociale per dare ai nostri figli un futuro concreto di dignità e di speranza”.

 Beh, fin qui con la cura “berlusconesca” sono stati i genitori ad aiutare i figli, auguriamoci che il tecnico Presidente Monti non costringa i genitori a farsi aiutare dai figli.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 15/11/2011

  1. Marx sarebbe felice di vedere l’espressione delle bache e della finanza, dei veri poteri forti, al potere!!!
    Come si percepisce i mercati non stanno rispondendo meglio rispetto a questo cambio di governo lo spread è a 540 punti… altissimo.
    Quindi i tecnici non fanno la differenza rispetto la percezione sui mercati, ma ai tecnici viene data una fiducia più larga e magari possono riuscire a gestibire l’amministrazione della nazione perchè potrebbe sulla carta avere una maggioranza “responsabile”, cosa che normalmente non avviene mai perchè l’importante è far cadere la parte opposta al governo. Adesso invece l’obiettivo è far tornare i conti.
    Da italiani ci meritiamo questo? Si, perchè non ci impegnamo in politica e anzi ne parliamo e la viviamo male, quindi continueremo a trovarci persone che vedono la politica non come servizio.
    Il governo Monti è l’emblema del fallimento non di Berlusconi, che non sono stati in grado neanche di mandare a casa, ma dell’assenza di politica sul territorio, di quella passione che investe di responsabilità i rappresentanti istituzionali… gli atuali SE NE FOTTONO POCO della gente, e finchè sarà così la POLIS può anche bruciare, tanto il vitalizzio è garantito!!!

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *