Meglio tardi che mai!

Meglio tardi che mai!

Ricevo e doverosamente pubblico:

 immaginine67.jpg

Sopra l’invito del Sindaco (appena ricevuto) a partecipare alla manifestazione del 25 aprile (con notevole ritardo, infatti si terrà la mattina di sabato 30 aprile). La cosa interessante è che si dedicherà una strada in memoria del nostro compagno paesano e partigiano GERMANO RIA (proposta avanzata a suo tempo dall’Assessore di Rif. Com. Francesco Ria).

  Sono invitati tutti i cittadini a partecipare e c’è da augurarsi che siano numerosi. Riteniamo che commemorare la liberazione dal fascismo e dal suo alleato nazista, è un dovere politico e morale per tutti i democratici.

partigiano-ria.jpeg 

La foto sopra raffigura  il compagno Partigiano Germano Ria, così come si presentava durante la resistenza. L’unica cosa che c’entra meno dei cavoli a merenda con questo riconoscimento, è la BENEDIZIONE. Cosa cavolo c’entra la bendizione? beh, vallo a capire! Sia il 25 aprile, sia il compagno partigiano, credo che ne avrebbero fatto a meno volentieri. Forse non sanno i nostri amministratori che esiste anche una religione laica che fa perno sui valori della Costituzione e della democrazia. “Sti preti poi”, sempre pronti a benedire tutto! Pure le auto dei vigili, ma non le loro. Ma, sarà un nuovo “mistero politico-religioso“? Ormai sembra che la politica si affidi sempre di più ai santi, e i preti sempre più ai poteri laici, però, solo se sono generosi con le loro esigenze molto terrene?  “F.to gaetano paglialonga 

 “Hai, Costantin, di quanto mal fu matre,

non la tua conversion, ma quella dote

che da te prese il primo ricco patre!”

 

Vi propongo una lettura tra il serio e il faceto su questo atteggiamento politico-clericale scritta dal nostro compagno ed ex assessore Francesco Ria:

francesco ria

Aprile 28th, 2011 at 05:15     Edit Comment

Sono scandalizzato!Che nessuno si ricordi della ricorrenza di san Marco è uno scandalo! Spero solo si ricordino di san Giuseppe lavoratore! Che tra l’altro coincide con la beatificazione di Giovanni Paolo II. E che la smettessero di dare significati laici a queste feste! Anche il 2 giugno deve avere il suo santo! Occorre una proposta di legge in tal senso! Bene ha fatto la chiesa a mettere la pasquetta in occasione del 25 aprile. Basta feste laiche! Vogliamo solo santi. Loro sì che hanno fatto l’italia e ci hanno dato la libertà!Solo il quattro novembre deve rimanere senza santi! Viva l’Italia. Viva le forze armat….pardon…viva i santi armati!

  

 Collepasso, 28/4/2011 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *