Litigi in famiglia!

 

LITIGI IN FAMIGLIA

Ecco un altro volantino di Azzurro Popolare distribuito domenica 23/12 c.a., voluto e firmato dal segretario locale nonché consigliere provinciale Salvatore Perrone e dall’ex vice sindaco, Rocco Sindaco.

Non vanno per il sottile i due firmatari: “scandalo fotovoltaico; tutti sanno! nessuno parla! Tutti coprono gli autori di questo presunto malaffare fotovoltaico!!!” Tanto si legge già dalle prime righe del volantino. Anche se con quel “presunto” cercano, probabilmente, di ridimensionare la stessa accusa. Né il sottoscritto è tanto sconsiderato da rilanciare accuse da altri sostenute; ha però il dovere di raccontare quel poco che è a sua conoscenza.

Si riferiscono, quasi sicuramente, al terreno ora utilizzato per il fotovoltaico già costruito, inserito nel piano industriale dall’allora sindaco Salvatore Perrone e che venne stabilito, a suo tempo, un valore di circa otto euro a metro quadro. L’Amministrazione successiva, mediante operazioni che non sono in grado di stabilire se giuste o sbagliate, operò comunque in modo tale da ridurre quel prezzo a quattro euro circa al metro quadro. E a questo costo concesse autorizzazione all’impresa interessata di espropriare e procedere con l’impianto fotovoltaico. Alcuni proprietari di quel suolo accettarono per buono il prezzo, altri ricorsero alla Magistratura rivendicando ben altro prezzo. Ora sarà la Magistratura, alla quale alcuni proprietari di detto terreno hanno fatto ricorso, che prima o poi metterà fine a questa vecchia storia. In quanto al tecnico comunale più volte accusato di scorrettezze, so solo che c’è in corso una querela di parte tra il tecnico comunale e Salvatore Perrone. Quindi i motivi di attrito certo non mancano, ma non so se sono dovuti agli impianti fotovoltaici oppure ad altro.

Il problema sul costo non è di poco conto, perché se dovesse, la Magistratura, dare ragione ai ricorrenti, e di conseguenza dar torto all’Amministrazione che ha ridotto il costo a metro quadro per l’esproprio, il costo per il Comune, e di conseguenza per tutti i cittadini, sarebbe molto salato. C’è di che augurarsi che il Giudice sia clemente con noi e dia torto ai ricorrenti.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 25/12/2012

Colgo l’occasione per inviare auguri laici per le feste di fine anno e per l’anno nuovo a tutti i frequentatori di questo sito.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *