L’incubo ripetitori

  

L’incubo ripetitori

                Oggi 29 novembre è apparso un  volantino firmato da alcuni cittadini collepassesi nonché un articolo della Gazzetta del mezzogiorno con il quale si porta a conoscenza delle varie iniziative per scongiurare possibili pericoli derivanti da una selva di antenne delle quali Parabita e Collepasso sono circondate. Si tratta di nuovo allarme sul pericolo delle onde magnetiche che emettono le varie micidiali antenne sul colle S. Eleuterio, e questo problema sta diventando sempre più sentito dai cittadini di Parabita e Collepasso. Iniziato con la preoccupazione dei ripetitori impiantati sul campo sportivo di Collepasso, adesso l’attenzione si è concentrata sulle antenne della collina.

Penso sia giusto e opportuno informare anche i frequentatori di questo sito sul pericolo di tutti questi ripetitori dei quali Collepasso e Parabita sono circondati. Manca però a questo allarme un riscontro oggettivo, quale potrebbe essere le comparazioni tra questi due luoghi e la media del resto del paese rispetto all’incidenza delle malattie che queste onde provocherebbero.

Ora c’è da augurarsi che i Carabinieri già allertati da queste denuncie, insieme alle amministrazioni di Parabita e Collepasso, si mobilitino, come è loro dovere, affinché tali pericoli siano eliminati del tutto nell’interesse della salute dei cittadini, e semmai tale pericolo fosse reale mettere in essere tutto quanto è necessario per debellare questa minaccia.

Di certo c’è di che augurarsi che l’Arpa, ente predisposto a questo genere di controlli, faccia il suo dovere fino in fondo senza sconti per nessuno. Tanto è dovere dagli enti preposti, tanto è diritto dei cittadini. (g.p.)

Collepasso, 29/11/2013

 

 Ricevo d al Sindaco e pubblico:

COMUNE DI COLLEPASSO

Prov. di Lecce

Piazza Dante  n. 22 – Tel. 0833341568 – Fax 0833 349000

Sito web: www.comunedicollepasso.gov.it  -

indirizzo posta certificata: comunecollepasso@pec.rupar.puglia.it

 Prot. 8661                                                                                                 Collepasso, 05.12.2013

 

Preg.mo Sig. Procuratore della Repubblica di Lecce

v.le De Pietro

73100 – LECCE

 

Spett.le Regione Puglia

Assessorato all’ambiente

Via Gentile n.52

70126 – BARI

Spett.le ASL di Lecce

Dipartimento di Prevenzione

Via Sante Cezza

73024 – Maglie

 

p.c.                Spett.le Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente

Ex Nucleo Operativo Ecologico

Sezione inquinamento atmosferico

Viale Aldo Moro

73100 – LECCE

 

                       p.c.                Egr. Sig. Comandante Stazione dei Carabinieri

M.llo Giovanni De Siato

Via De Nicola

73040 – Collepasso (LE)

Oggetto: Sollecitazione per un’indagine al fine di prevenire un eventuale presunto inquinamento elettromagnetico, a garanzia della salute pubblica nel Comune di  Collepasso. 

In qualità di Sindaco e di cittadino esprimo la mia preoccupazione per le continue istanze pervenute presso l’Amministrazione comunale attinenti un presunto inquinamento da onde elettromagnetiche del territorio comunale di Collepasso.

Come  è  noto, sulla collina di Sant’Eleuterio,  sono installate  nel territorio del Comune di Parabita,  in prossimità del centro abitato di Collepasso numerosissime antenne radio-tv e di telefonia mobile.

Da qualche anno, inoltre, presso il campo sportivo di Collepasso, l’Amministrazione Comunale dell’epoca, concesse l’utilizzo dei tralicci di illuminazione per l’impianto di alcune antenne per la telefonia mobile ed un altro traliccio con antenna Gsm è installato alle spalle del cimitero in c.da “S. Sumà” 

A seguito dell’istanza di alcuni cittadini di Collepasso, la ASL di Lecce ha interessato della vicenda l’ARPA Puglia, organismo competente in materia, la quale ha relazionato di aver avviato già in tempi passati un’indagine al fine di scongiurare fonti di pericolo per la salute pubblica. L’ARPA, nel maggio 2013, ha effettuato alcune verifiche ed ha appurato che i valori rilevati nel corso degli accertamenti sono risultati inferiori ai limiti consentiti (come da comunicazione pervenuta il 14/11/2013 al Comune di Collepasso).

Devo, tuttavia, rilevare che nonostante le rassicurazioni pervenute dall’ARPA Puglia, alcuni cittadini di Collepasso hanno protocollato presso la casa comunale una richiesta di intervento per “attivare tutte le procedure per misurare questa forte concentrazione di onde nel nostro paese, coinvolgendo nuovamente l’ARPA, il CNR, l’Università o qualche altro ente privato accreditato”.

Quale Sindaco non posso ignorare i timori dei numerosi miei concittadini che sono da tempo preoccupati per la presenza di fenomeni anomali nelle proprie abitazioni e per la propria salute.

Sarebbe opportuno, a mio parere, che tutte le Autorità competenti effettuassero un costante monitoraggio ed ulteriori studi su tutto il territorio comunale, allo scopo di accertare se la presenza simultanea di numerose antenne e il loro contemporaneo funzionamento, possano far insorgere fenomeni di anomalo superamento  delle emissioni elettromagnetiche, dannose per la salute dei cittadini, oltre i limiti di legge.

Chiedo, possibilmente, un intervento di tutte le Autorità preposte, affinchè possa essere dissolto ogni dubbio ed essere tutelato, in  modo pieno, il diritto alla salute dei miei concittadini.

Distintamente.

 

 

Il Sindaco

F.to Dott. Paolo Menozzi

 

 

 

 

 

 

  1. Diversi cittadini, gli stessi cittadini, altri ancora, altri cittadini e altri ancora del volantino sono invitati a rivolgersi al mago di Aversa o di Bisceglie.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *