Le terrificanti conseguenze dei moderni apprendisti stregoni.

Le terrificanti conseguenze dei moderni apprendisti stregoni.

images

 

Ciò che maggiormente fa incazzare coloro  ai quali la memoria non fa difetto, è il fatto di non registrare nemmeno una nota autocritica da parte di quegli stati che hanno sulle spalle le responsabilità di aver fatto terra bruciata in così tante nazioni e scatenato l’esodo al quale stiamo assistendo.

È risaputo che con la foglia di fico di “esportare la democrazia”, da parte di coloro che in realtà puntavano a ben altri obiettivi, in stati e nazioni che non sentivano affatto il bisogno della nostra tanto decantata democrazia, hanno finito per distruggere le strutture statali e massacrare centinaia di migliaia di civili innocenti e disarmati. Ma ciò che è peggio è che hanno prodotto una reazione, ammantata da religione, la quale sta rendendo impossibile la vita in queste nazioni per i cittadini amanti della pace e del benessere. Insomma, hanno realizzato un’ascesa di disastri tali da costringere milioni di persone ad abbandonare case, lavoro e nazioni in cui erano nati e fin qui vissuti.

Infatti, gran parte dei rifugiati che stanno arrivando in Europa fuggono da situazioni di guerra. Guerra, della quale noi, paesi occidentali, siamo direttamente o indirettamente responsabili. Siamo intervenuti militarmente in Afghanistan, in Iraq, Libia, Repubblica Centroafricana, Mali, ed abbiamo incoraggiato la guerra in Siria. La democrazia, i diritti dell’uomo sono stati utilizzati per giustificare tali distruzioni di massa. Il risultato di tali scelte scellerate è sotto gli occhi di tutti: insicurezza sempre più diffusa, inasprimento dei conflitti etnici e religiosi, guerre civili ed ora questo flusso di rifugiati che cercano di raggiungere l’Europa che è, del resto, la causa dei loro disastri.

11960234_1136233373055663_3430813616365626034_n

I soliti Stati Uniti, affiancati dagli inglesi e dai francesi con la solita ruota di scorta italiana, hanno combinato il disastro che è sotto gli occhi di tutti. Nonostante sia tutto ampiamente risaputo e puntualmente rendicontato dalle varie cronache giornaliste di tv e carta stampata, non si trova un solo giornale, non un solo giornalista capace di chiedere conto a queste dissennate e degenerate classi politiche dei loro atti folli. A prendere per buone le loro cronache, si direbbe che tutto sia stato scatenato dal quel cattivo dio dei musulmani: tutto, a loro dire, sembrerebbe caduto dal cielo di Allah che ha imposto ai suoi fedeli ulteriore distruzione e morte nei confronti degli infedeli, anche se c’è tutta una diatriba aperta su chi è infedele: così armi e distruzione a volte sembrano rivolte tra sciiti e sunniti altre volte contro cristiani e atei in generale.                                                                                                                   Qualcuno parla anche di guerra in questi paesi da cui scappano questi immigrati in arrivo in Europa. Ma la guerra, per questi, sembra sia stata decisa e voluta da dissennati  integralisti musulmani: balla grossolana. In realtà gli integralisti sono il prodotto delle azioni dissennate, in prima battuta dagli angloamericani con i loro immancabili soci in sporchi affari: fonti energetiche e necessità di utilizzare i micidiali armamenti che giacevano nei loro demoniaci depositi.  La storia si ripete? Di certo siamo di fronte “all’eterno ritorno” di nicciana memoria. L’ultima volta, in Europa, fu la seconda guerra mondiale. In quella occasione, finché i paesi belligeranti sganciavano bombe su altri paesi e massacravano gente lontana da noi, tutto era normale e quasi tutti inneggiavano alle conquiste militari; tutti, o quasi tutti, sembravano o erano fascisti e nazisti. Poi quando le bombe cominciarono a cadere sulle loro teste, di colpo diventarono tutti antinazisti e antifascisti. Anche in questa occasione siamo stati a guardare zitti zitti finché aggredivano i vari paesi e massacravano centinaia di migliaia di esseri umani, ora che arrivano i disperati di quelle zone, una volta tranquilli, ecco che non ci stiamo più. E manco a dirlo, sono proprio coloro che hanno invocato e applaudito agli interventi armati in queste nazioni, che sono, o sembrano essere, i più indignati da questa marea umana che si riversa verso le nostre terre. E si indignano e pretendono di rimandarli a casa loro, dopo che la casa è stata rasa al suolo insieme ai loro parenti. Che figura mostruosa che siamo capaci di dare di noi stessi al mondo intero. Poi dicono che ci sono bestie molto feroci come leoni e tigri dalle quali è necessario guardarsi. In realtà quest’homo sapiens è, di fatto, l’animale più cattivo e feroce che sia mai apparso sulla terra. “PIU’ LA NOSTRA INTELLIGENZA DIVENTA GRANDE E FORTE, PIU’ DEI NOSTRI SIMILI NE PROGETTIAM LA MORTE“. Le bestie feroci attaccano solo per mangiare, per fame, noi homo sapiens massacriamo i nostri stessi simili per la bramosia del profitto. Che brutta bestia è l’homo sapiens. Ma il massimo della supponenza, dell’imponderabilità, quest’homo sapiens la raggiunge quando pensa e crede di avere un’anima, che è destinato a sopravvivere alla morte, che è fatto a immagine e somiglianza al suo dio e magari che resusciterà  anche. Ma è possibile che questo dio sia tanto cattivo quanto l’uomo? Infine, pensano e credono che gli altri animali, molto meno cattivi di noi esseri umani, periscono e basta. Che arroganza, che altezzosità!

F.to pagliatano

Collepasso, 5/9/2015

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *