La “terza via blairiana”di Renzi

 

la volpe

 

Sì, è vecchia l’idea che i partiti, intesi come comunità e organizzazione, fossero superati. Mentre senza di loro c’è solo comunicazione che si perde nell’aria e in fondo che tutto si risolverebbe con un leader. Alla fine, l’impostazione renziana passata per riformismo, come se riformismo significhi appiattimento sulle esigenze capitaliste nelle sue varie sfaccettature, in realtà si modificavano semplicemente il rapporto tra chi ha tanto e chi ha poco o niente, a vantaggio, ovviamente, di chi ha tanto e vuole tanto di più. Questa impostazione ha mostrato il suo vero volto quando è riuscito a distruggere del tutto la dignità del lavoro. Così con la scusa della rottamazione dei dirigenti del suo partito, in realtà ha rottamato solo i diritti dei lavoratori.

Ma il dramma pare non abbia fine. Dopo l’ultima tornata elettorale dove il PD è stato, giustamente, sconfitto, si nota ancora oggi che nessuno ha elaborato il motivo di quella sconfitta e tentato di porvi rimedio. Tutti continuano a parlare di classe dirigente, tutti attenti alle correnti interne e, nessuno a tutt’oggi, ne ha elaborato i motivi di fondo di cotanta sconfitta. Così facendo, di certo, è destinato nell’irrilevanza e, finiranno, prima o poi con lo scomparire del tutto. È, a mio avviso, colpa si Renzi e di tutti coloro che lo hanno sostenuto se oggi dobbiamo subire un Salvini capo-popolo e un Di Maio che va a rimorchio della lega. Sarebbe potuto andare a rimorchio del PD, il 5 stelle, se Renzi non lo avesse scartato a priori e, nonostante non era segretario è riuscito comunque a stoppare tutti. Miracolo della sua chiacchierata infida e spocchiosa? Solo questo? Oppure una drammatica inconsistenza di tutta la direzione PD?

Di certo c’è che, Salvini,  sta spostando a destra tutta la politica nazionale e sta rinsaldando interessi di destra in tutta Europa. Obiettivo non dichiarato è la distruzione di un’Europa democratica che, nonostante tutti i suoi limiti e distorsioni, è sempre meglio dell’Europa medievale che i sovranisti vari sperano di realizzare. Insomma i settanta anni senza guerre in Europa, pare che stiano per finire. Poi questi furbacchioni di destrorsi ci inviteranno a fare la guerra contro tutti quelli che non vogliono accettare gli immigrati africani. Così, mentre oggi si omaggiano a vicenda, questi sovranisti sono pronti a scatenare le guerre gli uni contro gli altri armati.

 

Così invece di continuare a sganciare bombe su altri   popoli, cominceranno, anzi ricominceranno, a buttarseli addosso tra di loro, ma ad essere colpiti saremo sempre noi, i soliti poveracci, i soliti noti. Ecco la terza via di Renzi dove ci sta conducendo.

 

Collepasso 15/7/2018

F.to pagliatano

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *