LA TANGENZIALE IRREQUIETA

 immagine0014-011.jpg

volantino del PD locale

LA TANGENZIALE IRREQUIETA

                Su questo stesso sito avevo a suo tempo inserito il progetto iniziale della tangenziale che collega “Gallipoli-Otranto”, progettata e voluta al fine di evitare la circolazione, il flusso di auto e mezzi pesanti in Collepasso. Poi ho aggiunto la modifica chiesta dall’Amministrazione di Parabita, infine la seconda proposta del Consiglio comunale di Collepasso con la quale si superava e si giustificava la non adesione dell’Amministrazione collepassese alla proposta dell’Amministrazione di Parabita.

Dopo tutto questo “andirivieni”, si pensava definitiva la decisione del Consiglio comunale di Collepasso. Invece, eccoci di nuovo a discutere su un altro… su un nuovo percorso.

Si è tentati di immaginare che, questa volta, non si tratta più di miglioramenti di interesse generale, ma che l’operazione è voluta al fine di agevolare qualcuno a spese di altri. Se così fosse, sarebbe certamente molto grave.

Per capirci qualcosa di più, per avere più cognizioni di cosa bolle in pentola, è opportuno che si attenda mercoledì 4 aprile il Consiglio comunale, convocato alle 10 di mattina, prima di esprimere condanne, e/o opinini su quest’ultima decisione dell’Amministrazione in carica.

Di certo c’è che questa amministrazione sembra sempre più “un’armata Brancaleone”.  Improvvisazioni continue, tentennamenti ricorrenti, litigi al loro interno. Sembrano sempre più imbranati amministrativamente e “sparpajati” politicamente. C’è di che augurarsi che le accuse gravissime lanciate nell’ultimo comizio da un esponente dell’opposizione, siano campate in aria, altrimenti ci sarebbe di che preoccuparsi seriamente. In ogni caso, se non sono in grado di governare il nostro piccolo villaggio di Collepasso, sarebbe opportuno che buttassero la spugna e dedicassero il loro tempo libero ad altro mestiere più consono alle loro capacità.

Detto ciò, non posso non rilevare che un’alternativa a questo andazzo non è in vista. A naso, fiuto che una classe politica, uno schieramento alternativo, degno di questa nostra Collepasso, tarda ad emergere, non è ancora visibile. Ma calcano ancora la scena, come alternativi, personaggi che hanno già dato, e che in molti non hanno politicamente apprezzato, mentre i giovani  tardano a farsi avanti per gestire il futuro amministrativo della nostra Collepasso. Auguro ai giovani un po’ più di coraggio politico per l’avvenire.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 1/4/2012

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *