IL MIGLIORE AMICO DELL’UOMO

IL MIGLIORE AMICO DELL’UOMO

Una creatura intelligente, equilibrata, allegra, amante del gioco e facile da addestrare. E’ per antonomasia considerato “il migliore amico dell’uomo”. Se seguito e curato, può davvero imparare qualsiasi cosa, l’importante che abbia sempre un amico umano che non lo trascuri, ma che anzi lo stimoli continuamente ad apprendere il più possibile. Inoltre è importante fissare fin da subito delle regole, non solamente  tra lui e il padrone, ma anche con tutto il resto della famiglia. In quanto il cane è in grado di percepire chi fra tutti è più disponibile con lui. Grazie ad uno straordinario e flessibile carattere, in genere il cane di taglia forte, in particolare il pastore tedesco,  può svolgere molteplici lavori al fianco dell’essere umano. Ad esempio, il suo coraggio e la sua tempra, lo rendono perfetto per la ricerca di persone disperse nella neve (cane da valanga), tra frane e terremoti (cane da catastrofe), o in un ambiente normale (cane da ricerca in superficie). In sintesi se addestrato correttamente, è un’ ottima guida per i non vedenti, per questo compito però è necessario che il cane sia socievole ed equilibrato. Un altro lavoro che può essere svolto dall’animale, è nelle forze di polizia come cane antidroga o in ambito militare. Infine l’impiego più classico e antico, ovvero il cane da pastore. Grazie infatti ad un atteggiamento sicuro e scaltro; infatti il cane pastore viene molto rispettato dal gregge. Il cane inoltre è un eterno Peter Pan, non invecchia mai, perciò è sempre disponibile ad amare ed essere amato. La scelta del padrone da parte di un buon cane è fenomeno sorprendente e misterioso. L’animale non si cura di chiedersi se abbiate torto o ragione , non gli interessa se siete ricco o povero, se abbiate fortuna o no. Siete il suo padrone, e ciò gli basta. Egli sarà accanto per proteggervi. Al cane non importa nulla aspettare ore e ore davanti alla porta di casa, se poi avrà in premio dieci minuti di passeggiata al vostro fianco, perlomeno il mio era così. Per il cane l’amicizia personale è tutto, è impossibile rompere l’amicizia con un cane, perché egli sarà fedele nella fortuna e nella miseria, nelle vittorie e nelle difficoltà. Perche? Perché è così. E’ il cane!

-Cave canem

Il randagismo, un fenomeno in crescita che non accenna a regredire. Ogni anno in Italia vengono abbandonati centinaia di migliaia di animali domestici. Soprattutto cani. Questi vengono spesso considerati un giocattolo di cui ci si può disfare in qualunque momento. L’abbandono dell’animale è una vigliaccata. Il cane lasciato solo non è abituato a procacciarsi il cibo, e spesso muore di fame o di sete. Alcuni cani abbandonati perché vecchi o già malati, non hanno alcuna possibilità di riuscire a sopravvivere. A questo si aggiunge il trauma psicologico dell’essere stati abbandonati. Gli animali hanno una loro sensibilità, e, lasciati a bordo di una strada, possono causare incidenti stradali, mentre quelli abbandonati in zone boschive o isolate entrano in competizione con la fauna già esistente.

-Una tassa “pelosa”

Nella commissione affari sociali sta per essere varata una tassa sui cani, per finanziare iniziative contro la piaga del randagismo. Legambiente osserva però, che se fosse introdotto il balzello, i migliori amici dell’uomo rischierebbero di finire in mezzo ad una strada per evitare ai proprietari di pagare un’ imposta, tanto per cambiare in più….Insomma una bella gatta ( o cagna) da pelare per il governo , è che la possibilità di tassare gli amici migliori dell’uomo è presa in seria considerazione. Lo dimostra un emendamento approvato durante l’esame in commissione ddl che esonera dall’ iniquo balzello sugli animali i cittadini che hanno adottato un cane di una struttura(canile) comunale. Sarà che in Italia una famiglia su cinque convive con un cane, mentre il 19% degli italiani ha adottato un cane, fatto sta che i politici hanno ingaggiato sull’argomento una vera gara per imporci altre tasse.

ANTONIO LEO

Collepasso, 1/6/2012

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *