SALVA EUROPA

Constatando quanto sta succedendo con questa crisi finanziaria, non trovo più parole… Perciò, a questo punto, penso sia giusto e opportuno lasciare spazio al racconto tra il serio e il faceto che segue. E credo sia un modo giusto per riderci sopra, almeno un po’, su quanto sta succedendo di “drammaticamente ridicolo”. Gaetano

**************

centoeuro_1.jpg

E’ una giornata uggiosa in una piccola cittadina, piove e le strade sono deserte.

I tempi sono grami, tutti hanno debiti e vivono spartanamente.
Un giorno arriva un turista tedesco e si ferma in un piccolo alberghetto.
Dice al proprietario che vorrebbe vedere le camere e che forse si ferma per il pernottamento e mette sul bancone della ricezione una banconota da 100 euro come cauzione.
Il proprietario gli consegna alcune chiavi per la visione delle camere.


1. Quando il turista sale le scale, l’albergatore prende la banconota, corre dal suo vicino, il macellaio, e salda i suoi debiti.
2. Il macellaio prende i 100 euro e corre dal contadino per pagare il suo debito.
3. Il contadino prende i 100 euro e corre a pagare la fattura presso la Cooperativa agricola.
4. Qui il responsabile prende i 100 euro e corre alla bettola e paga la fattura delle sue consumazioni.
5. L’oste consegna la banconota ad una prostituta seduta al bancone del bar e salda così il suo debito per le prestazioni ricevute a credito.
6. La prostituta corre con i 100 euro all’albergo e salda il conto per l’affitto della camera per lavorare.
7. L’albergatore rimette i 100 euro sul bancone della ricezione.


In quel momento il turista scende le scale, riprende i suoi soldi e se ne va dicendo che non gli piacciono le camere e lascia la città.


- Nessuno ha prodotto qualcosa
- Nessuno ha guadagnato qualcosa
- Tutti hanno liquidato i propri debiti e guardano al futuro con maggiore ottimismo


Ecco, ora sapete con chiarezza come funziona il pacchetto di salvataggio UE!

Collepasso, 9/2/2012

Giovanni Paglialonga


  1. Bella storiella, ma sbagliatissima conclusione. Questa storiella, più che essere una critica al pacchetto di salvataggio UE ne è invece un complimento. Non è affatto vero che qui nessuno perde e nessuno guadagna. Seppur il conto finale è zero (licenza della storiella dove tutti hanno un dare/avere pari a 100 euro altrimenti si bloccava tutto quanto) tutti hanno invece prodotto e guadagnato qualcosa corrispondente ai 100 euro: il macellaio paga la carne che ha mangiato (guadagno) e da la possibilità a questi di pagare la verdura del contadino che anch’esso ha mangiato. Questo paga il debito presso la cooperativa che gli ha venduto i sementi prodotti da essa. E così via via sino alla prostituta che offre un servizio e paga un debito. Così funziona l’economia. E meno male altrimenti saremmo al baratto e magari un pensionato non potrebbe comprare nulla perchè non produce nulla. La UE e la BCE (che non sono la panzer Merkel) anzi stanno parando i parando i colpi di questa crisi mondiale. Pensa che sarebbe se la BCE non comprasse più titoli italiani, spagnoli o greci che adesso valgono poco (nel senso che hanno forti rendimenti ma molto rischio). L’economia e i mercati non sono buoni o cattivi in sè. E’ buono o cattivo l’uso che della finanza, ed in genere dei soldi, si fa.

    Reply
  2. Complimenti egregio Robespier, puntuale confutazione. saluti gaetano

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *