Gargamella è innocente, i puffi sono comunisti!

immagine08-012.jpgVauro, con la sua vignetta sputtana il “santo puttaniere”, al quale gli fa dire: “Gargamella è innocente e i puffi  sono tutti comunisti”. 

Berlusconi, intervenendo telefonicamente  in diretta alla trasmissione Ballarò, ha tacciato di comunisti tutti membri della magistratura e ha paragonato le aule giudiziarie a delle sedi  di partito. Insomma, la magistratura sarebbe diventata tutta rossa!  La Magistratura risponde all’ “unto dal signore” e inquisito in forza delle leggi dello Stato Italiano: “Il rosso è dovuto solo  a tutto il sangue versato dai magistrati nel compiere il loro dovere”.  In quanto ai comunisti, aggiungo io, spariti del tutto dal parlamento, grazie a delle leggi elettorali volute da tutti i partiti, anche perché, non va dimenticato, tutti anticomunisti. Ecco, malgrado tutto ciò, questi poveri quattro gatti extra parlamentari, che farebbero bene a iscriversi al WWF per farsi garantire la sopravvivenza della specie, avrebbero addirittura egemonizzato tutta la Magistratura?!? “Ma mi faccia il piacere mi faccia”!  Immaginiamoci ora come si sente l’ultimo “unto dal signore” (ma chi cacchio lo ha unto? Il Samuele che aveva il mandato da Yawèh è morto da circa tremila anni), il quale tutto gli è permesso in virtù di un mandato trascendentale! Ora aggiungete che,  anche per effetto di  questa decisione divina ha vinto pure le elezioni raccogliendo milioni di voti e, nonostante tutto ciò, si sente minacciato di finire in galera dai magistrati con accuse risibili, secondo le quali lui ha bleffato sia col suo signore, sia con le leggi dello Stato. Tutto questo, L’unto e bisunto dal signore,  lo trova semplicemente scandaloso che un semplice e avvocato che ha vinto un concorso in magistratura, possa giudicare uno come lui, che a sentirlo, ha il mandato dal padreterno e dalle popolo italico!

  

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *