FRISULLO ARRESTATO, QUESTIONE MORALE NEL PD?

20100319_frisullo_sandro.jpg

 ”Il denaro è il più potente infestante creato dall’uomo. Contagioso più della peste, corrosivo più dell’acido muriatico, devastante più della sifilide…”

Sandro Frisullo, ex comunista pentito, ex esponente PD della corrente dalemiana, ex vice presidente regionale, ex braccio destro del puntiglioso poeta narciso e tanto distratto presidente Vendola. Una domandina da pochi soldini: perchè il PD salvò Tedesco eleggendolo al Senato, ed ha lasciato per terra il povero Frisullo?

ALTRA PERSONALE CONSIDERAZIONE POLITICA 

 Sempre che fosse vero il fatto di aver intascato soldi e scopate delle escort, tanto avrei da dire in sua discolpa: 

Da comunista (non alla riscossa, più modestamente in difesa),trovo politicamente stravagante che si arrestino dei politici solo perchè hanno preso delle mazzette o utilizzato delle escort messogli a disposizione dagli imprenditori. Mentre sicuramente nulla gli contesterebbero se, gli stessi politici, proponessero  e votassero leggi a favore  degli imprenditori. Anzi, sarebbero applausi scroscianti da parte di tutti! Ora qualcuno mi spieghi perchè i politici, sicuramente più colti e intelligenti degli imprenditori (vuoi mettere un Frisullo con un Tarantini?), devono accontentarsi degli spiccioli, mentre contemporaneamente propongono e votano delle leggi attraverso le quali fanno diventare ancora più ricchi gli imprenditori. Si dirà, e allora Berlusconi… E no! Berlusconi invece andrebbe arrestato e condannato a lavorare per il resto della sua vita su una catena di montaggio perchè è un imprenditore, non perchè è un politico che fa schifo. Quindi, a mio avviso, coloro i quali contrastano e trovano disgustosa la corruzione politica, ma giusta e opportuna l’accumulazione capitalista, sono solo degli inguaribili poveri di spirito, i quali, secondo una pia diceria, sarebbero destinati al paradiso. Però, intanto,  su questa terra, accumuleranno solo cantonate. 

 

Ora mi consento una divagazione sulla corruzione in generale.

Ho scoperto da metalmeccanico impegnato politicamente e sindacalmente in fabbrica per più di trent’anni che, così come ogni metallo ha il suo punto di fusione, ogni coscienza ha il suo prezzo.  Però ci sono anche gli incorruttibili. Ecco come e perché  lo diventano. Gli incorruttibili nascono da una condizione di questo tipo: se la loro coscienza ha uno spessore più grosso del ruolo che esercitano, questi sono  incorruttibili; se viceversa, degli  individui esercitano un ruolo più consistente della loro coscienza, questi sono corruttibili.

 ”Il denaro è il più potente infestante creato dall’uomo. Contagioso più della peste, corrosivo più dell’acido muriatico, devastante più della sifilide”. (B.G.)

Ho sperimentato sulla mia pelle questo nesso: anch’io sono stato fatto oggetto, più volte, di interesse da parte di qualche imprenditore. Mi sono state fatte in più occasioni delle offerte di miglior favore da parte dell’ufficio del personale, ma ho sempre rifiutato. Poi mi sono chiesto: e se mi avessero offerto la somma di… cacchio, non ero più sicuro che avrei detto di no. Quindi, io posso dirmi  incorruttibile, solo perché non mi hanno offerto la cifra giusta.  Ma perché non mi hanno offerto di più? Semplice: perché sindacalmente il danno che potevo procurare all’azienda non era tale da giustificare un’offerta maggiore. Quindi posso affermare senza possibilità di essere smentito che, la mia coscienza ha avuto uno spessore maggiore del ruolo che esercitavo. Contemporaneamente, altri miei amici delegati sindacali, con una coscienza con spessore molto esiguo, per poco o quasi per nulla si sono fatti abbindolare e si son  messi al servizio dell’ azienda. Piccole cose quali: un passaggio di livello; un passaggio di categoria; un super minimo individuale, a volte anche qualche modesto fuori busta ecc.

Ecco amici e compagni spiegato il mio risentimento nei confronti del sistema capitalista, la mia idea politica alternativa al sistema attuale. Hanno la possibilità questi sanguisuga di padroni, non solo di sfruttarti e accumulare capitali con il tuo lavoro, ma sono altresì capaci che, con i soldi che gli hai permesso di accumulare, di comprarsi persino la tua coscienza. Quindi non solo sei costretto a mettere a loro disposizione la tua forza lavoro per poter  mangiare, ma, alla bisogna, riuscirebbero persino a comprarsi la tua anima. 

  In quanto a Vendola deve essere considerato solo una licenza poetica. Infatti, gli piace anche far politica, ma è più tagliato e gli riesce meglio la poesia. Tant’è che, mentre tutti al suo fianco entravano in affari con i più volpini degli imprenditori, lui faceva poesia e non se ne accorgeva di niente. Però, assaggiato il gusto del potere, anche lui si affezionò tanto, e pur di restare attaccato a quella poltrona ha fatto un casino terribile…fino al punto di spaccare, dividere Rifondazione Comunista, il partito che lo ha allevato e, costituendo, l’ennesimo partitino del centrosinistra moderato chiamandolo SEL. divenendo di fatto anche lui un buon esemplare di comunista pentito! però è uno di quelli che non vuole soldi dai padroni, perchè tra poesia e politica anticomunista è abbondantemente gratificato il suo narcisismo a 24 carati. Il sottoscritto, ob tortocollo, lo voterà, perchè inevitabilmente a destra c’è stato e sempre ci sarà di peggio.

firmato Cipputi Collepasso, 19/3/2010

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *