ECCO LE TANTO DECANTATE RADICI CRISTIANE DELL’EUROPA!!!

asino41.jpgimmagine08-030.jpg

Negli istituti religiosi di tutto il mondo, ma in modo particolare prima nell’Irlanda del Nord cattolica, ora nella Germania, anche questa in parte cattolica, continuano ad esplodere scandali di preti pedofili. Migliaia di crimini compiuti all’ombra dei vari crocifissi e al suono delle santissime campane. Gli abusi sessuali nei collegi, scuole e conventi della chiesa cattolica in Germania, non solo si rivelano un problema sempre più grave e diffuso con nuove rivelazioni agghiaccianti ogni giorno. Ora sono diventati un caso politico, un nodo di scontro tra lo Stato, la Germania, e Chiesa cattolica, uno scontro che sale di tono ogni giorno di più: La ministro della giustizia, Sabine Leutheusser-Schnarremberger, ha in sostanza chiamato in causa di persona papa Benedetto XVI. “da anni, – ha detto, – la chiesa ha istituito un muro di silenzio; e la decisione risale ad una direttiva emanata dalla congregazione della fede nel 2001. quando cioè a guidarla era il cardinal Joseph Ratzinger, l’attuale pontefice.” E ha continuato:”Abusi così gravi in base a quella direttiva sono dunque sottomessi  alla confidenzialità del papa, e non devono essere divulgati all’esterno della chiesa…Qui vedo un segno che la chiesa, in caso di abusi sessuali, esamina i casi presunti o reali come un affare interno, e suggerisce hai presunti colpevoli di autodenunciarsi.” Gli alti prelati balbettano.

Inoltre, questi scandali venuti alla luce, hanno finito con il coinvolgere persino il fratello dell’attuale papa, Il reverendo Georg Ratzinger responsabile del coro dei “passeri di Radisbona“, bambini dalle voci bianche. Coinvolto quindi, in questo sporco giro di pretofili. Lui giura di non avere mai saputo nulla, chi ha tanta fede gli crederà. Intanto di certo c’è che Migliaia di bambini e adolescenti, con la complicità spesso di monache, sono stati messi a disposizione di questi libidinosi pretofili.

            Insomma questi preti se sono poco sporcaccioni, si scopano le pie donne e/o le mogli altrui; se sono invece un po’ più depravati della media del clero, violentano bambini e bambine. E pensare che dalla fonte da cui traggono profitto e potere si può leggere: “Lasciate che i fanciulli vengano a me e non lo impedite, perché il regno di Dio è per quelli che assomigliano a loro…”(Luca, 18,16). Ma chissà, forse è proprio perché li ritengono molto vicini al cielo che li violentano? Quanta stranezza! Se un cattolico fa abortire una bambina di nove anni rimasta incinta dopo aver subito una violenza sessuale, la “santa madre” chiesa cattolica, promulga scomunica contro la bambina, i genitori e chi ha realizzato l’aborto, mentre il violentatore lo considera solo un peccatore che confessandosi, si libererà dal peccato commesso. Così come per i pretofili che commettono questo delitto tremendo e odioso, altra confessione, altra assoluzione. Quindi, niente scomunica, ma restano buoni cristiani e possibilmente, lì dove è possibile, si nasconde con coscienza cattolica persino tale misfatto. “Valli a capì sti preti!!!” Eh si, per restare credenti, di fronte a simili misfatti, bisogna proprio essere tanto, ma tanto timorati dal dio dei papi! 

 P.S.

La situazione peggiora in tutti i sensi, sia per le dimensioni, sia per gli alti papaveri clericali coinvolti. Le dimensioni ormai hanno raggiunto tutti i paesi europei compresa l’Italia nella quale è già iniziato un lungo elenco di misfatti clericali contro fanciulli che hanno frequentato asili gestiti da monache, oratori e istituti religiosi più in generale. Molto alte sono le sfere del clero coinvolte, pare siano arrivate a lambire responsabilità del papa in persona. Si sostiene che, negli anni in cui era vescovo in Germania, il Ratzinger,  abbia coperto un prete pretofilo già condannato da un tribunale ad alcuni anni di galera  per violenze esercitate su bambini. Non solo non finisce in galera, ma addirittura lo riammettono nelle varie sacrestie e di conseguenza ricomincia con il solito micidiale suo vizietto di  violenze sui bambini. Questo stesso pretofilo, più tardi ha commesso ancora lo stesso delitto, quindi, almeno su questo, secondo le varie testate di informazione germaniche, ne è responsabile moralmente proprio l’attuale papa.

Circola da alcuni giorni la notizia secondo la quale si stanno intentando, nei confronti della chiesa cattolica, delle vertenze legali per il risarcimento economico dei bambini violentati, che nel frattempo sono diventati adulti. In America, per questi risarcimenti, molte diocesi sono fallite e, il clero hanno dovuto vendere, seminari, chiese e santuari. Qui in Europa, se si innesta questo stesso processo, il Vaticano intero con tutti i suoi tesori (racimolati in tante scorribande nei venti secoli passati), in esso contenuti, non basteranno a rimborsare il male causato dai suoi pretofoli.

firmato: Pasquino

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *