E poi ci troveremo come le star… Una vita tra rock e cinema!

 

E poi ci troveremo come le star… Una vita tra rock e cinema!

bruce. jpg

Metallica -  Intramontabili, 30 anni di delirio metal.

Lo fa sempre Bruce Springsteen. Ma questa volta il metallo che conta ha spostato ancora più in alto l’asticella. Il quartetto californiano dei Metallica fa scegliere la scaletta ai suoi fans. Ma per farlo non è necessario rotolare striscioni col titolo delle canzoni nè lanciare biglietti sul palco come avviene ai tour dei Nomadi. Per decidere la scaletta dei concerti è necessario partecipare su internet a Metallica by request. In effetti la musica Metal rock non sarebbe la stessa senza il contributo dei Metallica. Da oltre 30 anni sulla cresta dell’onda i Metallica insieme agli Iron Maiden e agli AC/DC rappresentano una sorta di Beatles , Rolling Stones e Pink Floyd dell’Hard Rock. D’altronde sono stati e sono tutt’ora un modello e una fonte inesauribile di ispirazione per centinaia di Band di tutto il mondo. Apertamente debitori  nei confronti del quartetto californiano sono i Megadeth, i Testament, i Pantera gli Skipknot e i Korn. Vuoi perché i Metallica tradizionalmente sono votati a ritmi Hard-Rock-Metal, vuoi perché mescolano queste sonorità con uno stile molto rockabillly, rock anni 50 statunitense persino un po’  country, sta di fatto che sono entrati nell’olimpo dell’Heavy Metal: il loro sound è infatti un incontro tra metal, black metal e  hard rock.

aerosmith

Aerosmith -  Da sempre sulla cresta dell’onda.

Gli Aerosmith , un po’ come i Doors , resteranno forse una delle band americane meno capite tra quelle di maggior successo della storia del rock. Proprio come per la band di Morrison, infatti, pubblico e critica si sono spesso divisi a riguardo, senza mai riuscire a focalizzare al meglio la vera essenza del gruppo: l’incredibile attitudine live mostrata fin dai primissimi album. Per ogni americano invece, erano, sono e resteranno per sempre semplicemente la più grande rock band mai nata sul proprio suolo. E per quanto la verità stia sempre nel mezzo, quest’ultima sembra essere la definizione che più si avvicina alla realtà dei fatti. Chi conosce più o meno la loro storia fatta di cadute e strabilianti rinascite forse più che per qualsiasi altro gruppo al mondo, vederli una volta dal vivo resta una delle esperienze più eccitanti da poter raccontare. Gli Aerosmith sono una delle migliori band live che sia possibile vedere in circolazione.Proprio come gli Ac/Dc ,gli stessi Stones, i Black Sabbath , i Deep Purple e pochissimi altri!

brando

-         E  Marlon Brando è sempre lui… L’ultimo Tango!

Dieci anni fa moriva Marlon Brando, uno dei più grandi, deceduto dopo una vita turbolenta e tragica. L’eterno ribelli fu stroncato da una fibrosi polmonare. Solitario e geloso della sua intimità fino all’ossessione, l’ultima volta che uscì di casa fu per incontrarsi con Michael Jackson. Al suo funerale parteciparono amici intimi e le sue ceneri furono sparse nelle limpide acque di Tahiti. Viveva ormai solo sulle colline di Los Angeles, con pochi soldi, malato e soprattutto obeso, quasi un affronto alla sua vita spericolata giovanile. Un tipo duro nello schermo come sulla vita,  non si era mai risparmiato un po’ come Steve Mc Queen. Al contrario si era tirato addosso ogni tipo di disgrazia. Una tragedia americana , in cui si racconta l’attore attraverso tutti i suoi personaggi che ha interpretato, dall’invenzione di un nuovo modello maschile misto di violenza e di fragilità all’imposizione dello stile di recitazione che diventerà modello degli attori della nuova Hollywood, passando per cadute e rinascite di un’icona seducente e ambigua, stretta tra coscienza inquieta portata all’eccesso e macchina del successo.

-         Rock is not dead

Ultimamente è tornato parecchio di moda un ritornello: “Il rock è morto”. Ormai è un luogo comune, come le mezze stagioni che non ci sono più. Il funerale della musica che più ha caratterizzato gli anni 70 è stato celebrato decine di volte. Quando certi artisti si lamentano del fatto che le chitarre abbiano perso centralità nelle produzioni musicali. Quando le annate si chiudono con classifiche di vendita(che pure ormai contano zero) dominata da artisti pop. Quando critici e giornalisti raccontano che i giovanissimi vogliono solo Rap e musica elettrica. Quando i talent show sfornano star della televisione e non musicisti. Non ho intenzione di predicare la superiorità di un genere sugli altri- per me ne esistono solo due, la musica bella e la musica brutta,- ma se il rock è morto come tutti sembrano voler far credere, perché il tour di Vasco è uno degli appuntamenti più attesi dell’anno? Perché i Rolling Stones  portano 65 mila al Circo Massino? Perché i Bon Jovi, gli Aerosmith e i Linking Park riempiono lo stadio di San Siro? Perché Ligabue ha le date dei suoi concerti da quasi tutto esaurito? Perché la gente contava i giorni che la separavano dal concerto “SOLD OUT”  dei Metallica a Roma? Perché il concerto omaggio dei Litfiba in Piazza San Carlo a Torino sta richiamando gente da tutta Italia? Qualcuno me lo spieghi…!

F.to  ANTONIO LEO

Collepasso, 4/7/2014

  1. Dopodomani alle ore 24:00, concerto dei Marlene Kuntz (italian indy-rock) alla “Notte Bianca” di Poggiardo(unica data pugliese).

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Older Post