E LE STRAGI D’INNOCENTI CONTINUANO

 

E LE STRAGI D’INNOCENTI CONTINUANO

        L’ultimo episodio contro dei bambini di genitori ebrei che si è consumato a Tolosa, in Francia (ad opera di un fanatico musulmano), un atto abominevole, un crimine disgustoso, ed è  la dimostrazione più eloquente che questo animale non può essere il prodotto di un dio, né può essere quindi a sua immagine e somiglianza. Bisogna essere tanto ma tanto cattivi per immaginare un dio così cattivo che ordina ai suoi di uccidere dei bambini. A mio avviso, né dèi né religioni sono la causa della nostra cattiveria. Semmai è la nostra cattiveria che ha inventato le religioni per giustificare, per scagionare la nostra tendenza al male. Anche se, all’origine, era dettata da un’esigenza umana: sfuggire alla morte, inventandosi un non luogo, un “aldilà”, per sopravvivere.

immagine19.jpg

Ecco come Vauro immagina i bambini palestinesi della Striscia di Gaza, uccisi dagli israeliani nel 2008. Piangono e offrono fiori ai bambini di origine ebraica uccisi dal fanatico di turno.

Sotto alcune terribili foto di quella sciagurata incursione Israeliana nella Striscia di Gaza del dicembre 2008 (denominata piombo fuso), durante la quale furono uccisi 1440 civili, tra cui 318 bambini.

clip_image0051.jpg clip_image006.jpg clip_image007.jpg  clip_image008.jpg  clip_image009.jpg clip_image0010.jpg clip_image0011.jpg clip_image0012.jpg clip_image0013.jpg clip_image0014.jpg  clip_image0015.gif  clip_image0017.jpg

La razza umana, alla quale apparteniamo, è nei fatti la razza più cattiva, più egoista ed egocentrica che sia mai apparsa sulla terra. Ma ciò che ritengo sia intollerabile perché  tremendamente ipocrita, è che, se ad uccidere è un pazzo, uno squilibrato, in nome di una pseudo ideologia o di una  pseudo teologia, allora lì si, c’è tutta la cattiveria dell’animo umano, e c’è condanna totale senza se e senza ma. Ma se ad uccidere migliaia di bambini, è uno Stato sovrano, allora le proteste diventano flebili, impercettibili, senza contare che non mancheranno mai coloro che applaudiranno all’intervento, magari in nome della democrazia o dei valori vari che la degenerata mente umana ha saputo partorire. Irak, Libia, Afganistan; si stanno attrezzando per l’Iran.

Insomma, gli Stati sono autorizzati a massacrare e i loro massacri li chiamano “effetti collaterali”, ma se un soldato uccide di sua iniziativa, anche se da questo addestrato e armato per uccidere, allora è un crimine da ergastolo o da patibolo (vedi quel pazzo di soldato americano che in Afganistan ha massacrato donne e bambini). Sempre che questo Stato sia e resti forte e non venga mai sconfitto, perché se diventa debole e finisce sconfitto, allora il tribunale internazionale si accorgerà dei massacri realizzati e lo processerà per genocidio. Il livello di ipocrisia tocca tutti gli istituti, nei confronti dei quali noi dovremmo avere stima e fiducia. È chiaro che, l’ipocrisia è l’ideologia dominante e a pagare il conto sono sempre i soliti poveri, i deboli, gli indifesi, i bambini. Quindi, ci sarà pure un progresso tanto sbandierato in ogni occasione, ma non è certo un progresso di carattere umano.  Anzi più la scienza applicata alla tecnica va avanti, più egoisti e cinici diventiamo, o no? Ahi noi, siamo proprio una brutta razza!

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 22/3/2012

 

  1. I poveri di un paese ammazzano i poveri di un altro paese, e viceversa, poi quando si sono ammazzati abbastanza poveri, i ricchi di un paese fanno la pace con i ricchi dell’altro paese!
    Tanto vale che i poveri di entrambi i paesi invece di ammazzarsi tra loro, ammazzino i tutti ricchi! Ognuno quelli del proprio paese.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *