DIALOGO SOPRA I MINIMI SISTEMI.

 

 dscn0583.JPG

                DIALOGO SOPRA I MINIMI SISTEMI.

Su invito del sindaco Paolo Menozzi, giovedì 23/6/2011, nella sede del palazzo comunale,  si è svolto un incontro dibattito tra il sindaco e tutti i partiti sia di maggioranza che d’opposizione. Introduce come è ovvio il sindaco, sostenendo che è interesse sia dell’amministrazione che presiede, sia della cittadinanza tutta, che si sviluppi un dialogo tra le componenti politiche organizzate sul territorio, al fine di realizzare una buona gestione della cosa pubblica.

Gli interventi che si sono succeduti da parte dei partiti dell’opposizione, chi più chi meno, hanno insistito su alcuni punti:  1) ottima iniziativa questa di consultare i partiti, purchè non sia una cosa occasionale. Se invece è un nuovo metodo che si intende percorrere, allora è un fatto certamente positivo; 2) sono state chieste spiegazioni sulla bandiera della pace, sparita prima ancora di prendere possesso del comune;  3) il drappo del centenario dal balcone;  4) lo sradicamento degli alberetti piantati nel parco del castello a simboleggiare la nascita di un nuovo collepassese;  5) infine la faccenda dell’ufficio nocivo, malsano, in cui è stata collocata l’impiegata ai servizi sociali.

Qualche risposta è mancata, ma per il resto le risposte date erano credibili e, comunque, sempre da verificare in seguito.  È sembrato animato da buoni propositi, da buona disponibilità al dialogo, anche se non è mancato chi ha sottolineato che lui rappresenterebbe la faccia buona dell’amministrazione, mentre sembra che ci sia una  seconda faccia non buona dell’attuale amministrazione, anche se ancora non identificabile: vedremo.

Le risposte del sindaco:

                Sul metodo di consultazioni ha riconfermato l’interesse dell’amministrazione a consultazioni periodiche con tutti i partiti.

Sugli alberetti sradicati ci ha raccontato che ormai erano tutti rinsecchiti, e di conseguenza si è predisposto un piano per ripiantarli, ma si è ritenuto necessario anche ripristinare  un sistema per innaffiare gli alberetti ed evitare così che facciano la fine dei precedenti.

Sul drappo del centenario ci è stato assicurato che stava corrodendo il metallo della ringhiera del balcone. Per questo sono intervenuti togliendo il drappo e riparando e riverniciando il metallo.

Sulla sede dell’ufficio nocivo, ci è stato assicurato che lo spostamento è solo per qualche settimana, si sta portando a realizzazione un piano di ristrutturazione degli uffici. E quell’ufficio malsano, da tanto tempo così utilizzato fin qui, verrà messo in sicurezza quanto prima.

Considerazioni dell’autore:  

In casi come questi, la frase fatta è: se son rose fioriranno!

Di certo è che una mossa di apertura nei confronti dei partiti, compresi quelli d’opposizione, non era stata prevista da nessuno.  Non eravamo abituati, visto che usciamo da un periodo di veleni diffusi a camionate. E con l’esperienza di un’amministrazione, quella precedente, che non solo non ha sentito la necessità di un confronto con le opposizioni, ma addirittura ha evitato persino il confronto con i suoi stessi componenti. Incredibile, per me è una sconfitta politica, e sarei un immaturo, politicamente, se non lo ammettessi, e però sarebbe  da ringraziare per questa sconfitta, alcuni elementi dell’amministrazione precedente.

Detto questo, mi riservo di analizzare più compiutamente la composizione e l’ispirazione politica di questa maggioranza. Infatti, che siano in tanti, nella maggioranza, ad aver apprezzato questa apertura politica nei confronti dell’opposizione, francamente nutro parecchi dubbi. Mi auguro di sbagliarmi nell’interesse della comunità.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 23/6/2011

  1. Uè, nu cangiare sempre quandu scrivi, cu capimu.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *