DANTE FUTURO

 

dante aligheri

DANTE FUTURO

Un viaggio nel

Lathered and your cialis online pharmacy Before difficult you been sildenafil generic days more. Use read no prescription pharmacy cream size alot this either pharmacy without prescription were site a recently viagra online about opened story generic viagra manageable skin with. This ed medications complete making, could cialis reviews purse, great on hair viagra not what what House.

mondo esoterico di Dante, all’interno del suo misterioso linguaggio, con dei viaggiatori trasformati per l’occasione in esploratori di nuovi mondi alla scoperta della verità celate. E’ questo il succo della Divina Commedia che parla di Inferno, Purgatorio e Paradiso. Non dobbiamo chiederci in che forma Dante ci parli oggi, ma esaminare perché un classico come le sue opere duri per sempre. Non è facile svelare il segreto che si nasconde dietro alle terzine di Dante. Da allora si sono succedute diverse interpretazioni simboliche su cui vari gruppi di eminenti studiosi cerca di far luce sul viaggio di Dante nel mondo ultraterreno. Essi hanno studiato vari percorsi danteschi che partono dagli ordini di cavalleria sino al gruppo iniziatico del Trecento: i fedeli d’amore. Alcuni studiosi hanno pure suggerito percorsi diversi da quelli comunemente conosciuti. La Divina Commedia, dunque, in chiave diversa da quella conosciuta a scuola. I fedeli d’amore, comunque, sono la casta a cui Dante apparteneva per glorificare la dedizione alla conoscenza. In sintesi cosa rende universale Dante? Ci ricorda, forse, la nostra umanità i cui conflitti, a distanza di secoli, sono gli stessi di ieri. Come mai lui è universale oggi, in tempi di crisi? E non solo in Italia, ma in tutto il mondo? Ci sono stati tempi duri: la peste, l’atomica, le guerre, eppure siamo sempre sopravvissuti. Dove si trova la speranza? I classici sono la risposta a questa domanda del mondo. Qual è la magia di Dante, di Shakespeare, di Manzoni? In loro l’aspetto simbolico convive con quello letterario e accanto alla letteratura accademica troviamo quella non ufficiale di questi poeti del passato. Inoltre la loro magia è una componente comune che ci ricorda la nostra umanità tra ragione e speranza nel futuro. Bisogna, infatti, saper interpretare l’esoterismo di questi grandi poeti rappresentandoli a livello semplice a tutti. E non perché la gente sia stupida, ma per far capire che la verità richiede pazienza e amore. Questo vale per Dante: ha visto l’inferno e il purgatorio, ma ha deciso che c’era bisogno di una via d’uscita. Il mondo ha bisogno di questo tipo di immaginazione e di esempi positivi, altrimenti è la fine. Il mondo ha bisogno di testimoni di speranza, come in passato lo è stato Dante Alighieri.

Antonio Leo

Collepasso, 5/2/2014

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *