DALLA MARCIA SU ROMA ALLA MARCIA SU WASCNTON

DALLA MARCIA SU ROMA ALLA MARCIA SU WASCNTON

GIORNATA NERA PER GLI USA? MA!!!

EH SI. Mi comincia a piacere questo scimpanzé che chiamano trump.
Chissà, forse questo riuscirà distruggere la Democrazia in America.
Certo è che una Nazione che ha realizzato il primo e più grosso genocidio
che l’umanità moderna ricorda e successivamente come se questo fosse
poco o niente si è assegnato il titolo di migliore e più grande democrazia
del mondo. Bleffando ovviamente alla grande e con tante armi e
pericolosissime, ha imposto la sua egemonia.

Dopo tutto ciò, io penso che gli americani meritano di essere presi a calci
e buttati a mare e, che gli antichi detentori di tutta quella grande
Nazione, tornino a riprendersi tutta la terra che gli è stata fregata con
armi e ricatti, e parlo dei nativi, si, quegli indiani con le pinne in testa, i
quali hanno vissuto per secoli in pace dedicandosi alla caccia ai bisonti.

Però… Però, sapendo bene che centinaia di migliaia di americani degli
ultimi scappati dai loro paesi in cerca di migliori condizioni di vita son finiti
nella peggiore bolgia dantesca: senza assistenza sanitaria e sgobbare
come schiavi per cercare di mettere a tavola pranzo e cena per se e la sua
famiglia e, nonostante aver sgobbato per tante ore questo non se lo sono
ancora garantito, senza contare che se si ammalano allora li vedi morire
per strada come fossero dei cani randagi, eh no!

Questa gente non ha colpe di nessun genere. Perciò neanche questo si può fare.

Allora c’è di che augurarsi che l’America sopravviva e, soprattutto, i sindacati, dove
cacchio stanno? È ora che si sveglino e diano una grossa opportunità a
questa gente che merita, sicuramente migliori condizioni.

QUINDI, NO! NON SE NE FA NIENTE, IL COLPO DI STATO E’ FALLITO!!!
E LE CONDIZIONI SU DETTE CONSIGLIANO UN BUON AUGURIO PER TUTTI
GLI ULTIMI E, A MORTE SOLO E SOLTANTO GLI SFRUTTATORI.

Quindi, L’attacco al Campidoglio, al Capitol Hill, dove si svolge,
regolarmente il lavoro politico, c’è di che augurarsi lunga vita al sistema
politico quasi democratico augurando e dicendo: “tuttu ppe lu bbonu
dicia lu Masi Mele”. Chissà forse è meglio così.

Troppe le incognite su una
strada diversa, comprese le atomiche che questi detengono e, Trump, è
abbastanza pazzo per sganciare le sue atomiche in ogni dove e, di
conseguenza, poi, si salvi chi può. Perciò è meglio così, e che tutto ciò sia
finito nel nulla.

Collepasso 6-7/1/2021

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *