COSE DI COSA NOSTRA

 

COSE DI COSA NOSTRA

Cosa Nostra nasce nella Sicilia occidentale ai primi dell’800 . Le sue origini sono legate strettamente a quelle del latifondo che domina la struttura produttiva della Sicilia fino ai primi del ‘900. La mafia ha una struttura a sviluppo verticale. Il capofamiglia nomina il sottocapo, il consigliori e il capo decina, che hanno il compito di coordinare gli uomini d’onore, i picciotti. L’organizzazione base è la famiglia, non quella di sangue, ma un gruppo mafioso che controlla un pezzo di territorio. Cosa Nostra è l’organizzazione mafiosa più importante d’Europa e tra le vecchie più importanti nel mondo. Ha una struttura gerarchica paramilitare con precise regole di comportamento. Le disponibilità di Cosa Nostra sono illimitate. Le attività nella quale essa è impegnata sono le speculazioni edilizie, il traffico di denaro sporco, l’estorsione, il traffico di armi, lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, il traffico internazionale di droga. Sul territorio esercita funzioni di sovranità ed impone una fiscalità illegale generalizzata, il cosiddetto “Pizzo”…. Per diventare uomini d’onore dell’Onorata Società e cioè mafiosi, bisogna dar prova di coraggio, sino ad uccidere, non essere imparentati con forze dell’ordine, né  tradire il proprio coniuge, né  divorziare. Ogni uomo d’onore è tenuto al silenzio, non comunicare ad estranei la sua appartenenza all’Onorata società (mafia), né  avere rapporti con polizia e giudici. Uccidere e farla franca, è l’attività che la mafia siciliana ha elevato a forma d’arte nella sua corsa al denaro e al potere. Una corsa che l’ha resa  la più ramificata, famigerata e temuta organizzazione malavitosa del pianeta, al punto che il termine italiano “Mafia” si è trasformato ormai in una generica etichetta, a indicare l’intera gamma delle realtà criminali mondiali: cinesi, giapponesi, russe o turche. Inoltre l’Italia è conosciuta nel mondo per la pizza, il mandolino, gli spaghetti e purtroppo la mafia….oltre che per le sue opere d’arte e per essere un popolo di poeti, santi e navigatori! A differenza dei suoi imitatori globalizzati, Cosa Nostra si organizza combinando gli attributi di uno stato ombra, di una società d’affari illegale e di una società segreta cementata dal giuramento. L’appartenenza all’organizzazione è un’esperienza totalizzante per chi  purtroppo con malvagità la compie; comporta un senso di distinzione  e superiorità che diventa una mentalità che si associa rapidamente e permea l’agire umano, frutto di una precisa scelta di vita criminale.

ANTONIO LEO

Collepasso, 22/12/2012

AUGURO A TUTTI I FREQUENTATORI DI QUESTI SITO I MIEI AUGURI PER L’ANNO CHE VA’,  IL 2012, E PER L’ANNO CHE VIENE,IL 2013, CON QUESTA CARTOLINA:

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *