COSA BOLLE IN PENTOLA

 

immagine222.JPG

Vota Antonio

  immagine-34.jpg

Articolo della Gazzetta del Mezzogiorno

Con attenzione e interesse ho letto l’articolo di Antonio De Matteis apparso il 26 febbraio sulla Gazzetta del Mezzogiorno. Articolo con il quale fa il punto sulla situazione pre-elettorale e i vari “candidati ai blocchi di partenza”. Qualche novità si può annoverare rispetto a quanto da me descritto e pubblicato qui su questo stesso blog il 12 febbraio dal titolo “La mappa delle alleanze è in fibrillazione”. Di nuovo si scopre che ci sono già cinque e forse più aspiranti sindaci in una mini Comunità come la nostra Collepasso; vien voglia di dire: troppa grazia signori!

Però, siccome l’articolista dà per scontato che i comunisti italiani sono delle partita con il centro-sinistra, ignora di fatto l’esistenza di Rif. Com., tace sull’invito fatto dal Sindaco ai finiani dell’FLI, è evidente che quanto sostiene o è solo frutto di sentito dire e non di contatti veri e propri con gli interessati, oppure ha delle legittime simpatie per l’amministrazione uscente. Infatti, se avesse lavorato meno di fantasia e avesse svolto più indagine, avrebbe potuto chiedere, per esempio, al suo collega Lagna, cosa ha deciso di fare. E il compagno Lagna lo avrebbe sicuramente informato che: i Comunisti Italiani, Rifondazione  Comunista e Socialismo 2000, hanno dato vita alla “Federazione della Sinistra”. Ed è con tale struttura politica e simbolo comune che in ogni consultazione elettorale d’ora in poi, se ci sono le condizioni, si presenteranno. E a Collepasso, sulla base delle mie informazioni, pare non ci sono le condizioni!

 immagine33.JPG

Volantino della destra locale di domenica 27/2

            Che il Presidente della Regione Puglia Vendola abbia commesso delle leggerezze nella scelta del personale politico di cui circondarsi, questo è una cosa evidente. Anch’io con un mio post precedente l’ho rimarcato. Però che sia la destra politica ha rinfacciare quest’errore… E NO CAZZO!!!  I loro referenti politici nazionali hanno ridotto buona parte del Parlamento con la loro spudorata maggioranza in una caotica fiera in cui bivaccano  troie e ruffiani, oltre agli immancabili mafiosi e ladri legalizzati, e poi fanno le bucce a chi non ha saputo fare una buona scelta dei suoi collaboratori? Ai Signori che hanno scritto un così temerario volantino vorrei consigliare di spedire almeno una e-mail ai loro referenti nazionali per cercare di trattenerli un po’ da quella loro opera di saccheggio delle Istituzioni che stanno compiendo per MISERABILI VANTAGGI PERSONALI!!!.

 immagine44.JPG

Volantino del PD locale domenica 27/2

 

            Con questo volantino il PD locale fa un dettagliato e puntuale elenco delle ulteriori stangate che questo Governo ha operato. Aumenti e tasse, come se fin qui fossero state poche, ne arrivano di nuove e le vecchie subiscono ulteriore aumenti. Verissimo! I ladri legalizzati al Governo rubano  alla grande e il bottino se lo portano addirittura all’estero, mentre le masse languono.

            Ma anche il partito democratico quando stava al Governo non è che sia stato particolarmente generoso nella redistribuzione del reddito. Se è vero che per le Istituzioni, per le garanzie Costituzionali, per la democrazia più in generale è sicuramente un punto fermo e ci si può fidare, è sulla distribuzione della ricchezza, è sulla giustizia economica, è sullo stato sociale che non ha ancora deciso da che parte stare. Esempio: stare con Marchionne che esige la schiavitù dei lavoratori, o con la fiom cgil che difende i lavoratori e la loro dignità, non è la stessa cosa. E il PD si è schierato con la fiat contro i lavoratori, o no? Insomma, quando con forza ha deciso e scelto erano cose di destra che intendeva realizzare, quando deve fare cose di sinistra, nella migliore delle ipotesi, tentenna, tergiversa e si divide nel suo interno. Hanno ancora paura di perdere consensi elettorali di centro. Nessuno più sembra interessato ai consensi elettorali al di fuori del centro! Ahimè! Io sono “fuori-centro“!

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 27/2/2011

 

 immagine0014-001.jpg

Oggi martedì 1/3/2011, ricevo dal Sindaco la lettera che ha  inviato al FLI, sulla quale qualcuno ha voluto imbastire un equivoco di cui sono rimasto vittima. Prendo atto, pubblico, e lo faccio con piacere. Meglio che sia stato io a commettere l’errore, di cui mi scuso, piuttosto che sapere che l’Amministrazione uscente trattasse con quel partito.
Dalla lettera si evince, senza ombra di dubbio, che l’invito aveva carattere istituzionale e niente affatto politico.

 F.to gaetano paglialonga

 

  1. Un’altra cosa sulla quale ha toppato il De Matteis, è la collocazione nella quale inserisce il sig. Pompeo Sedile. Io sono certo che non farà gruppo con la sua stessa squadra uscente.

    Reply
  2. ahhh ahhh anche tu hai toppato, ahi ahi, occhio gaetano!

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *