Convocazione Consiglio Comunale

 

Convocazione Consiglio Comunale

Lunedì 18 c.m. alle ore 19,00 è stato convocato un Consiglio comunale con all’ordine del giorno due punti in discussione la “nomina di un responsabile anticorruzione”; sulla base del comma 7 dell’articolo 1 della legge 190/2012. Qui, si può riscontrare, stando a delle informazioni, che ci sarebbe un errore; errore secondo cui non si tratterebbe dell’articolo 7 della legge suddetta, ma dell’articolo 1 comma 7 della stessa legge. È evidente che si tratta di piccolo errore di trascrizione.

Il secondo punto: “approvazione della convenzione tra i comuni del bacino”.

A quanto sopra va aggiunto che l’opposizione, “Unione per Collepasso”, ha presentato un’ interrogazione scritta con risposta che dovrebbe dare il Sindaco in Consiglio Comunale lunedì 18 su quanto si sta consumando di osceno intorno alla Masseria Grande con quell’infernale rondò;  inoltre, si chiedono spiegazioni anche sul rondò sempre sulla strada Maglie-Cutrofiano fermo, non si capisce perchè; nonché, ancora sulla strada di Maglie, all’altezza della curva maledetta che ha causato già degli incidenti mortali, si chiede come mai è ancora ferma e sta creando non poche difficoltà alla circolazione. Richieste queste opportune, anzi doverose da parte dell’opposizione di centrosinistra. Se se ne discuterà in Consiglio o meno, e questo credo sia doveroso, anche se non capisco perchè non è stato inserito all’ordine del giorno, comunque questo lo vedremo. Penso e ritengo che sia giusto che i presenti ascoltino le risposte dell’Amministrazione se mai ce ne fossero e capire così se si è trattato di inerzia da parte dell’amministrazione locale e/o di prepotenza dell’ amministrazione, sempre di centro destra della provincia. Lo scempio che si sta consumando è sotto gli occhi di tutti e francamente è davvero eccessivo.

ECCO, di tutto questo, domani lunedì, alle ore 19 presso la sala consiliare si discuterà e si affronteranno i problemi suddetti. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

Domani sera, dopo lo svolgimento del Consiglio, non mancherò di dare un resoconto del dibattito e delle decisioni.

Collepasso, 17/3/2013

P.S.

Consiglio comunale direi tranquillo, anche se gli argomenti per scaldarsi non sono mancati. Tranquilli, di certo, sono stati i due punti all’ordine del giorno, i quali son passati senza dibattito. Sul primo punto è stata designata la Dottoressa Traldi, la segretaria del Comune, mentre sul secondo punto è stato approvato senza neanche dibattito.

Sulle interrogazioni del consigliere di opposizione dell’Unione per Collepasso invece è scaturito un confronto al quale è opportuno riportare qualche considerazione sullo scempio della masseria grande e i rondò che è stato abbondantemente documentato, oltre che la curva maledetta e ancora pericolosa, questo sulla prima interrogazione. Con la seconda interrogazione si chiedevano spiegazioni sia sul rimborso degli arretrati ad alcuni assessori di maggioranza, mentre per altri, quelli che ora sono all’opposizione, non hanno pagato i dovuti arretrati. Ed è stata accusata, l’Amministrazione, di utilizzare due pesi e due misure, anzi, si è parlato di vendetta, di ritorsioni contro l’opposizione per il loro mancato rimborso. E se mettiamo insieme la decisione di un tribunale di pace che ha dato ragione ai ricorrenti e che a questa decisione hanno opposto ricorso, beh, così sembra proprio che l’Amministrazione attuale si stia togliendo solo qualche “sassolino dalle scarpe”.

Il sindaco rispondeva in primo luogo sulle grosse problematiche della strada di Maglie che ha agito quanto la sua funzione, la sua competenza gli consentiva di fare. Ha insistito con una delibera di giunta, ma siccome un’eventuale modifica a quel progetto dovrebbe passare ancora una volta dalla conferenza dei servizi, hanno trovato (la provincia),  la proposta del Sindaco impraticabile. Il consigliere di opposizione dell’unione per Collepasso, al quale si aggiungeva anche il consigliere di opposizione Carlo Marra, tornavano ad insistere sostenendo che il sindaco può fare una delibera e bloccare i lavori. E come alternativa proponevano un consiglio comunale monotematico su quell’argomento e da inviare alla provincia le sue deliberazioni. Probabilmente si farà, perchè penso che il danno sarà notevole se non si corre ai ripari.

Sui rimborsi per gli assessori ho già detto, sulla liquidazione al fratello dell’assessore Felline da parte del Comune per l’infortunio che subì a causa di una buca stradale vicino casa sua, ecco, anche questo fatto, che purtroppo avviene spesso ed ha un costo sempre crescente, si contestava il rimborso di quell’infortunio  da parte del comune con la cifra erogata di circa mille euro. Varie contestazioni si susseguono ma il sindaco tronca  la discussione.

Infine, a consiglio comunale chiuso e su richiesta delle opposizioni, il sindaco e la maggioranza accettano di continuare la discussione sul rondò della masseria grande al di fuori, però, dell’ufficialità del consiglio comunale stesso. Il fine era giusto e doveroso: trovare, discutendone insieme, una soluzione per fermare lo scempio che si sta consumando sulla masseria grande.

Di certo penso di poter aggiungere che, se fosse stato possibile fermare il tutto mediante una energica azione dell’amministrazione (come è stato sostenuto dalle opposizioni) e ciò non è stato fatto, sull’amministrazione  cadrebbero delle grosse responsabilità. Comunque, cercare di fermare il tutto oggi, dopo che buona parte del lavoro, quindi dello scempio si è già consumato, è un po’ come chiudere i cancelli dopo che i buoi son scappati. Comunque, speriamo bene…

 F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 19/3/2013

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newer Post