Consiglio comunale 23 Agosto 2010

 imgp5178.JPG    immagine-200.jpg

Lunedì 23 cm, alle ore 19, è convocato il Consiglio comunale nel piazzale antistante il Palazzo comunale per discutere il seguente ordine del giorno:

1 ) Pensionamento del comandante vigili urbani ten. Antonio Malerba, encomio;

2 ) Approvazione del “regolamento per l’alienazione e l’acquisto di immobili”;

3 ) Art. 42 – comma 2 lett. 1) del D.LGS. 267/2000. Alienazioni immobiliari. Autorizzazione;

4 ) Art. 194 – comma 1 lett. a) del D.LGS. 207/200, sentenza N. 143/10, emessa dalla Corte d’Appello di Lecce. Riconoscimento debito fuori bilancio nei confronti del sig. De Razza Giuseppe. Variazione al bilancio;

5 ) Art. 194 del D. LGS, 267/2000. Lodo arbitrale riconoscimento fuori bilancio nei confronti della ditta “Bianco igiene ambientale”. Variazione al bilancio pluriennale:

6 ) Approvazione regolamento per l’espletamento del servizio di “nonno vigile”

7 )  deliberazione del C.C. N. 28 del 9/6/2010, “nuovo caso biomasse a Casarano”. Argomento richiesto da numero 5 consiglieri di minoranza,”ODG”;

8 ) Interrogazione presentata da n. 4 consiglieri comunali di minoranza, “via 3 novembre” cambio denominazione.

*****

In questo Consiglio comunale di lunedì 23/8 cm, si paleserà una nuova maggioranza. Una maggioranza allargata all’UDC tramite il consigliere comunale Ivan Mazzotta. Ci sarà chi se la “riderà sotto i baffi”, e non mancherà chi “storcerà il naso”. Di sicuro chi è, e intende restare di sinistra, non gradirà affatto! Comunque, gli stessi, auspicano che i due consiglieri dell’Italia dei valori restino in maggioranza, affinchè ciò che resta di quell’Unione per Collepasso, non finisca in balia di un unico consigliere eletto con voti provenienti da destra.

Punti all’ODG sui quali è interesse dei cittadini prendere conoscenza, ce ne sono diversi, sia di carattere economico, che di carattere politico. Quindi è importante essere presenti e capire perchè a volte ci si trova davanti a degli aumenti dei servizi erogati dal Comune. Come il caso del debito pregresso con la ditta Bianco, per esempio!

 Un punto deprecabile politicamente che si può criticare subito, è “l’alienazione di alcuni immobili” che questa Amministrazione sta proponendo. Insomma, ci risiamo: le privatizzazioni, che già tanto danno hanno arrecato in Italia, ed anche nella nostra Collepasso con la privatizzazione della raccolta della spazzatura. Malgrado ciò, non ha fatto scuola e si continua a privatizzare. Comunque, sentiremo nel Cons. Com. le motivazioni che hanno spinto gli amministratori a prendere questa decisione. Potrebbero esserci delle motivazioni valide, sentiremo.

Sugli ultimi due punti che sono stati richiesti dai consiglieri di minoranza, potrà scaturire un dibattito interessante, vedremo. Intanto sulla strada 3 novembre rinominata De Andrè, ho già scritto la mia opinione positiva sull’operazione, e continuino pure a dire sciocchezze i Consiglieri comunali d’opposizione. Ulteriori considerazioni su altri punti, me le riservo per il dopo Consiglio comunale.

f.to G.P.

Collepasso, 20/8/2010

Oggi domenica 22, ho ricevuto informazioni da fonti qualificate, le quali mi hanno messo al corrente che la situazione sull’alienazione di alcuni immobili di proprietà del comune di Collepasso, non è una stravaganza di questa amministrazione, ma è una inderogabile necessità per far fronte agli errori commessi delle amministrazioni precedenti. Amministratori, i precedenti, i quali non hanno adeguato gli aumenti secondo i contratti da essi stessi sottoscritti con la ditta Bianco. di conseguenza, la cifra di  850.000 euro dovuti, devono necessariamente essere rimborsati entro e non oltre tre anni. Insomma, ufficialmente ne sapremo di più durante lo svolgimento del Consiglio comunale, al quale non mancheremo. 

Collepasso 22/8/2010

f.to G.P. 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *