Consiglio Comunale

 

 dscn2262.JPG

 dscn2264.JPG

 

È convocato per lunedì 20 febbraio, alle ore 20, il Consiglio comunale presso la sala consiliare. È stato richiesto da tre consiglieri di opposizione.

Consiglio comunale monotematico. Argomento: “ piano regionale della rete delle istituzioni scolastiche per l’anno 2012/2013.” Sul discutibile “accorpamento” degli Istituti scolastici di Collepasso ad altre sedi, sono coinvolti gli Istituti Comprensivo e Professionale.

L’Amministrazione di destra, secondo quanto assicurano gli esponenti  dell’opposizione, ne avrebbe fatto volentieri a meno di discutere su questo argomento. A tal punto, che ha convocato il Consiglio Comunale all’ultimo minuto utile e, in orario che scoraggia la presenza dei cittadini. Comunque, ciò che non è chiaro a tutt’oggi, almeno per me, è se questa “nuova” combinazione scolastica danneggia la comunità collepassese solo in prestigio, oppure ci sono anche conseguenze di natura economica per le scassate casse del comune e/o danneggia anche gli studenti.

Non mancherò al Consiglio comunale e riferirò, puntualmente, quanto verrà sostenuto dalle due sponde su questa materia che, a prima vista, sembra incandescente.

        Voglio solo aggiungere una nota per quanto ha asserito, nero su bianco, un consigliere di opposizione. Costui scrive: “Questa Amministrazione, “nata per sbaglio” e figlia illegittima… Sarà politicamente illegittima, ma niente affatto nata per sbaglio. È nata, invece, per eccessiva supponenza di coloro che oggi sono all’opposizione. Quindi è consigliabile, in seguito, meno supponenza e più sobrietà, meno invettive e più dialettica, e tanti auguri ad una nuova sinistra rigenerata che sappia mandare a casa questa Amministrazione maldestra amministrativamente e inconsistente politicamente, anche se non manca qualche esponente che ha voglia di fare, di lavorare, peccato che si trovano dalla parte sbagliata. INFINE, SENTO IL DOVERE DI AGGIUNGERE CHE CONTO PIÚ SUI GIOVANI DI SINISTRA CHE SUI VETERANI.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 18/2/2012

 Sintesi del dibattito e delle decisioni in Consiglio comunale:

 Un Consiglio comunale senza urla e invettive, ma, all’insegna della dialettica, ha prodotto un’intesa sicuramente  utile per la comunità collepassese.  All’unanimità, il Consiglio comunale, ha deciso che Giovedì 23 pv si riunirà la conferenza dei capigruppo per definire, scrivere e inoltrare, una risposta alla Regione Puglia, in seguito alla sua decisione di accettare  capofila Tuglie  anzicchè Collepasso, nell’accorpamento voluto dal   piano regionale della rete delle istituzioni scolastiche per l’anno 2012/2013.”

Tanto si rivendicherà a tal proposito: siccome l’accorpamento, come da piano regionale, prevede capofila la comune con il numero maggiore di iscritti a scuole dall’asilo sino alle superiori e, avendo Collepasso il numero maggiore con i suoi circa 700, a fronte dei circa 500 di Tuglie, è la stessa legge a decidere che Collepasso sia capofila, e non Tuglie.

Come alternativa si propone che Collepasso si aggreghi al comune di Casarano, invece che a quello di Tuglie. Anche perché, è stato sottolineato in Consiglio comunale, è verso Casarano che Collepasso è già collegato per varie strutture di servizio. Quindi sarebbe molto più logico e funzionale un collegamento con Casarano anziché  con Tuglie.

Se un marziano fosse stato presente in aula, avrebbe pensato che stavano discutendo di campanilismo spicciolo. Che il problema non erano i soldi, la cassa, ma il prestigio campanilistico. Quindi, avrebbe pensato che la malattia della lega Nord ha contagiato tutti. Invece, in modo particolare per i genitori dei scolari, qualche modesta differenza la fa. Gli amministratori di maggioranza e di opposizione prendono atto e stanno cercando di rimediare.

 Collepasso, 21/2/2012

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *