“COME UN COLPO DI CANNONE…”

 

 clip_image005.gif

“COME UN COLPO DI CANNONE…”

Di sicuro ci deve essere qualcosa che mi sfugge in questa faccenda delle dimissioni dell’Assessore Pantaleo Gianfreda. Non mi convince che “la macchina del fangolo abbia messo fuori gioco. Anche perché per difendersi non ha mai fatto economia nè sugli strumenti utilizzati (infocollepasso) né sul volume della voce adoperato.  Forse si sarà fermato per prendere fiato e ripartire più forte di prima!  Infatti scrive:”. Il mio grido non è una rinuncia.  E’ un impegno a continuare nella battaglia per la legalità e contro i veri “malaffari” di questo paese, di cui è principale esponente e interprete il facinoroso ex sindaco, attuale assessore provinciale”.

Altra cosa indecifrabile, dal mio punto di vista politico, la rilevo lì dove scrive: Quello che più addolora è che sia stata ignominiosamente indicata “al pubblico ludibrio” una famiglia, a me cara, di onesti e onorati lavoratori, di professionisti specchiati e di giovani irreprensibili, al solo scopo di colpire l’Amministrazione e, in particolare, la mia persona…” Quindi sostiene che suo fratello  è il capro espiatorio di un disegno politico dell’opposizione in combutta con qualche Carabiniere e qualche Magistrato al fine di screditare l’agire politico-amministrativo suo e quello dell’Amministrazione. Allora, se è questo il loro disegno trovo molto discutibili le sue dimissioni, anzi, del tutto incomprensibili! Infatti mi domando: come fa a pensare che da semplice Consigliere, invece che da Assessore, si troverà più a suo agio nel ribattere alle accuse che gli vengono ingiustamente rivolte? 

F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 8/3/2011

  1. Ecco che un po’ alla volta le cose vengono a galla. lo avevo già previsto con un mio intervento che c’era dell’altro sotto eccolo che emerge. Ora leggendo qualche intervento sull’altro sito, qualcuno avanza l’ipotesi che sia stata opera della segreteria provinciale a imporre l’alt al signore in questione. Quindi c’è di sicuro del marcio da parte dell’amministrazione, se non tutta di una parte di essa che ha operato furbescamente in questa operazione. Almeno questo sta emergendo un po’ alla volta, o no?

    Reply
  2. Calma, io di motivi per non apprezzare l’operato dell’interessato ne ho tanti, però sono solo di carattere squisitamente politici. mai ho avuto sentore di furberie alla quali tu ti riferisci. anche se faccio fatica a immaginare il complotto che lui sostiene, altrettanto difficile mi è immaginarlo responsabile di qualche cosa di illegale. gaetano

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *