Collepasso mal governata

 

 immagine-453.jpg

Il volantino del PD di domenica 16 ottobre.

 

Non c’è dubbio alcuno: questa Amministrazione si rivela sempre più debole politicamente e imbranata amministrativamente, a tratti irrequieta e confusionaria. Forse le manca un regista all’altezza della situazione, oppure gli attori sono un po’ troppo autonomi? Di certo c’è che il volantino del Pd è giusto e opportuno nel contenuto, eccessivo nella forma. Cioè poteva risparmiarsi qualche aggettivo di troppo.

Il vice sindaco sig. Rocco Sindaco, o è alla ricerca di presenzialismo spinto, eccesso di protagonismo, oppure sta cercando di coprire degli “errori e/o abusi” di qualcuno. E mentre cerca di far questo finisce col commettere errori ancora più grossi. E per un amministratore è cosa grave e deprecabile. Sarebbe opportuno che si dia una calmata al più presto, oppure il sindaco gli ritiri le deleghe e se non è in grado di farlo si dimetta! L’irrequietezza del vice sindaco,“irrequietezza e/o eccesso di zelo di parte?”, già esplosa nell’ultimo consiglio comunale, si conferma nella lettera che ha indirizzato al responsabile dell’ufficio tecnico con la quale lo invita: “…a riparare al danno volutamente arrecato…”. E conosciuti gli atti di quell’ufficio ciò non emerge affatto.

Certo, se non si danno una regolata e prestano più attenzione al modo in cui devono, per dovere, realizzare gli interessi di tutti i cittadini, è opportuno che tolgano il disturbo.  Ma ahi noi, mi domando: d’accordo che questa amministrazione se continua così non reggerà a lungo e sarebbe opportuno che togliesse il disturbo. Però è il caso di domandarci: Il PD pensa forse di sfidare la destra da solo? Questo ci fa venire in mente quando constatiamo che punta a nuove elezioni senza badare alle alleanze per affrontarle.

Infatti, colui che fu causa dello sfarinamento di quell’alleanza non perde occasione per denigrare tutti coloro che abbandonarono l’amministrazione precedente in occasione dell’ultima consultazione elettorale. E averne persi 8 su 12, pare che, anche per il PD, o parte di esso, sia irrilevante. Come dire: se il PD, giustamente, punta a mandare a casa questa amministrazione e andare a nuove elezioni, pensa forse il PD di vincere le elezioni da solo? O vuol raggiungere per la seconda volta lo stesso risultato dell’ultima consultazione elettorale? Sì, constato tanta tattica politica e scarsissima strategia nel PD.

Insomma, se la segreteria politica del PD c’è, batta un colpo, è ora! Riorganizzare quel consenso dell’”Unione per Collepasso” che ci vide vincenti è fondamentale per riorganizzare una squadra che possa risultare ancora vincente. Fermino, blocchino coloro che remano contro questo obiettivo, altrimenti saranno destinati a perdere malissimo per la seconda volta. Senza Rifondazione Comunista, i comunisti italiani e l’Italia dei Valori il centrosinistra è destinato all’opposizione a tempo indeterminato, nonostante l’incapacità manifesta di amministrare la cosa pubblica da parte della destra politica.

F.to gaetano paglialonga

Collepasso 18/10/2011

 

 

  1. Ccaro Gaetano volevo ricordarti,ad onor di cronaca, che se nel 2005 l’unione per collepasso vinse le elezioni fu grazie alla mia rottura con tutto il centro-destra. La mia lista con i circa seicento voti vi fece vincere,altrimenti non ce l’avreste mai fatta,di questo me ne devi dare atto. Il tuo invito,rivolto al PD,è leggittimo e ed io ne sono convinto che sia giusto unirvi. Ma lasciami darti un consiglio:fino a quando un personsggio della politica continuerà a stare accanto a voi tutti,credo che non riuscirete mai a sovvertire il centro-destra perchè lui è la rovina della politica in senso democratico.

    Reply
  2. Certo, ci sono sempre tanti fattori che possono farti vincere o perdere, e non intendo confutare la tua opinione sulle penultime votazioni. Comunque mi auguro che altri come sei anni fa, riescano a fare la stessa operazione come la tua. In quanto a quel problema che rilevi nel centrosinistra, lo conosco e spero che quel signore vinca qualche milione alla lotteria e riesca a farne a meno della politica. però devi ammettere che anche nel certo destra avete qualcuno che vi rompe le uova nel paniere. augurategli che vinca anche lui qualche milione e riesca a farne a meno della politica. Insomma, non ci resta che sperare nella loro fortuna per liberarci di coloro i quali la politica non la fanno per passione. saluti gaetano

    Reply
  3. Certo l’amico Rocco Leo, che credo non voglia interloquire direttamente con me (allora magari chiediglielo tu Gaetano se ti va…) dovrebbe spiegare cosa è cambiato dal 2005 al 2011 visto che personaggi ed interpreti erano e sono sempre gli stessi. Sono proprio interessato, da cittadino ormai distante dalla politica collepassese, a conoscere questo parere per poterlo consegnare alla storia del nostro paese. Lo dico di nuovo: non mi interessa fare vita politica a Collepasso (così qualcuno torna a considerarmi un cittadino e non un avversario nemico).
    Comunque volevo solo proporre uno spunto di riflessione un po’ ironico, ma non troppo. Gli ultimi tre vicesindaci (senza contare tutti i vicesindaci di “maggio”, durati in carica meno di papa Luciani, fatti da Salvatore Perrone poco prima di cadere nella speranza di salvare il proprio regno), dopo aver raggiunto l’aspirato vice-soglio, hanno tutti conosciuto un po’ di sfortune politiche e alcuni hanno anche dato segni di squilibrio (sempre politico, sia chiaro). Secondo te, compagno Gaetano, è solo un caso oppure deriva da represse manie di onnipotenza??? Da quel sentirsi piùmmigliori degli altri assessori, ma non essere i primi in assoluto??? Da quel desiderio di complotto e regicidio che spesso alberga nelle coscienze dei “vice” di ogni genere???

    Reply
  4. Caro Francesco sono sicuro che Rocco Leo ti leggerà e mi auguro voglia risponderti. In quanto alla domanda che mi rivolgi sui vicesindaco “piùmmigliori”, credo di sì, credo che finiscono sempre con l’ammalarsi di narcisismo e/o di mania di protagonismo. Certo è che la carica di vicesindaco porta sfiga sia a destra che a sinistra, e sì, porta proprio iella a quanto pare! C’è anche un aspetto psicologico come tu paventi? sarà… ciao gaetano

    Reply
  5. Non ho nessun problema a rispondere e devo dirvi che condivido in pieno quello che avete detto, tutti i vice sindaco farebbero meglio a lasciare la vita politica,sarebbe meglio per tutti.

    Reply
  6. dare a cesare... 27 ottobre 2011, 13:16

    Va dato atto al Sindaco Dott. Paolo Menozzi del suo intervento del 14/10 con il quale ha preso decisamente le distanze dall’intervento che il sig. Rocco Sindaco aveva preso nei confronti dell’ufficio tecnico. Sotto è riportata interamente la sua dichiarazione.

    OGGETTO: Pratica edilizia n. 75/2005. Pratica edilizia in sanatoria n. 58/2010.

    “In riferimento alla nota da Lei inviata in data 3.10.2011 e acquista al n. 7030 di prot. La informo che le considerazioni e le valutazioni da Lei esplicitate non impegnano l’Amministrazione Comunale, ritenendole del tutto personali e delle quali si assumerà la piena e totale responsabilità.
    Sullo stato della pratica ho già risposto in Consiglio Comunale all’interrogazione presentata dai Consiglieri Comunali dott. Vito Perrone e Dott. Pantaleo Gianfreda.
    Ribadisco piena fiducia nell’operato del Dirigente dell’Ufficio Tecnico.
    Le ricordo che lo scrivente in base alla legge e al mandato dei cittadini rappresenta l’unitarietà dell’azione amministrativa”.

    Distintamente.

    Il SINDACO
    Dott. Paolo Menozzi

    Reply
  7. Carissimo
    Che Collepasso sia MALGOVERNATA è tutto da vedere ….. adesso c’è c’è un problema più urgente che chiede impegno ma sopratutto unità.
    La criminalità micro o macro non si può subire nè ignorare. La mala pianta della violenza và sempre combattuta. Estirpata.
    La società civile insieme alle istituzioni educative, politiche e militari devono proteggere e garantire la vita di tutti i cittadini e il bene comune.
    La recrudescienza di fatti criminali che si stanno verificando in tutto il Salento e in particolare nel nostro paese sono il segno di una profonda crisi che non è solo economica, ma anche morale.
    Forze e poteri oscuri senza scrupoli tentano di riorganizzarsi per piegare la dignità dell’uomo e di un popolo. A questa strategia di terrore come in altri momenti della nostra storia vogiliamo reagire avendo chiaro l’obiettivo della costruzione di una società più giusta in cui le persone, soprattutto i giovani, sono protagonisti di questa crescita.
    A questo proposito, pur nella diversità di appartenenza politica, auspico un comune giudizio e unità di azione e di lotta contro ogni forma di violenza e di sopraffazione dell’uomo e dello sviluppo pacifico e democratico della nostra città e del nostro territorio.
    Di seguito, il comunicato stampa che il Sindaco Menozzi ha diramato agli organi d’ informazione e alle istituzioni per testimoniare presenza e solidarietà ai concittadini vittime di questa violenza.

    ************************************
    Comunicato stampa
    L’Amministrazione comunale esprime profondo sdegno e condanna per gli atti criminosi che a pochi giorni di distanza si sono verificati nel territorio di Collepasso.
    Di fronte a tali atti occorre una risposta ferma e decisa e sopratutto unitaria della Comunità e delle Istituzioni. Esprimo la più sentita solidarietà umana ai titolari delle attività produttive colpite. Completa fiducia nelle forze dell’ordine, dal Comandante della stazione dei carabinieri di Collepasso, al Comandante della Compagnia di Casarano affinchè con le loro azioni di controllo e di indagine contribuiscano a restituire quella serenità che qualcuno vuole togliere alla nostra comunità.
    *****************************************
    Paolo Menozzi- Sindaco di Collepasso-
    Domenica 30 ottobre 2011
    **************************************
    Caro Cipputi,
    Colgo l’occasione per rilanciare il dibattito su quello che tu dici “Qualità della vita”, di cui la sicurezza e il vivere civile sono delle componenti importanti insieme allo sviluppo culturale , sociale ed economico del nostro paese. Questa è la sfida.

    Reply
  8. Caro Gino, ma tu le preghiere verso cosa le orienti, cosa auspichi? impegnati per Collepasso! L’amministrazione precedente quanto meno ha pensato di attaccare una madonna in piazza affinchè protegga questo nostro villaggio, anche se non mi pare abbia portato tanta protezione. Battute cattive a parte sento anch’io la necessità di esprime solidarietà a quella famiglia che ha subito l’aggressione, sicuramente hanno subito un trauma. Non posso però non stigmatizzare la banalità (banale perchè non modifica di una virgola la realtà), del comunicato del sindaco, e le stravaganti critiche secondo le quali il comunicato del sindaco è stato pubblicato con circa ventiquattro ore di ritardo rispetto al momento in cui è avvenuta l’aggressione per motivi di rapina. Come dire: lo avesse fatto prima…
    Mi chiedi di riprendere il dibattito sulla qualità della vita a Collepasso? sarei felice se ci fossero le condizioni, ma, dopo aver assistito alla defenestrazione della bandiera della pace prima, e visto che avete inserito nel programma per il 4 novembre addirittura l’anacronistico “Bollettino della vittoria”, con il quale si vanta la nostra “vittoria di Pirro” sui nemici di ieri, oggi nostri partner europei, è di una chiarezza solare che, benessere e pace, non fanno parte del vostro programma, anzi, emerge una vocazione guerrafondaia. Ma non doveva essere la “festa dell’Unità Nazionale” questo 4 novembre? E cosa centra la nostra unità nazionale che la stanno mettendo in discussione i soci di questo Governo non certo l’attuale Austria che mi pare stia pensando, come del resto tutti gli europei, a uscire da questa crisi generata dal capitalismo finanziario? Tu Gino dormivi quando si decidevano cose così fuori luogo e fuori tempo massimo? Oppure semplicemente non conti nulla rispetto a chi determina la linea politica? Comunque vai Gino, le proposte per migliorare la vivibilità a Collepasso sono inserite in questo stesso mio intervento. Aggiungi anche una tassa per tutta quella propaganda commerciale che sta sporcando Collepasso e considerale mie proposte, e agisci, o meglio, agite in tal senso, se le trovate buone e giuste. Senza rancore, gaetano.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *