Urla nel baccano politico collepassese.

immagine00143.jpg  clip_image002.jpg   immagine16.jpg 

Vota Antonio

  Oggi, domenica 16 gennaio 2011, è apparso, prima un volantino di azzurro popolare, poi uno del PD con il quale si rispondeva per le rime alle accuse contenute nel primo. Urla ad uso e consumo di un elettorato sempre più disincantato dalla politica e dai fatti amministrativi, sempre più distratto dalle difficoltà del vivere quotidiano. Ma non per questo si possono ignorare le denunce gravissime che sono state ripetute da azzurro popolare e le contro accuse che emergono dal volantino del PD sez. Collepasso.

Io comincerei col ricordare al primo volantino che, mentre il Berluska, oltre a realizzare leggi ad uso e consumo personale, trova anche il tempo di organizzare baccanali con minorenni  e, scoperto e inquisito dalla Magistratura si difende accusando  la stessa di essere comunista, i suoi estimatori di periferia,  si ergono addirittura  a censori, ad autentici catoni della politica locale, fingendo di ignorare la degenerazione delle Istituzioni nazionali  che il loro grande capo  sta realizzando ai danni di un’intera Nazione, anche con il loro contributo elettorale.

  La faccenda che meglio ricordo perché più mi irritò della gestione amministrativa del sig. S. Perrone, è legata a quella sua delibera con la quale, all’ultimo minuto dell’ultimo giorno valido in quel 31 dicembre,  privatizzò  il servizio della spazzatura.  E questa non è stata  né l’unica, né la più cattiva decisione amministrativa stravagante che il sig. S. Perrone ha realizzato da Sindaco di Collepasso. Il sig. S. Perrone non ha mai fornito una versione credibile del perché così in fretta si portò a termine quell’operazione tanto discutibile, e tanto negativa per le tasche dei contribuenti collepassesi, né tanto meno l’ha fornita nell’occasione in cui, il gestore del servizio, presentò alle casse comunali un milione di euro di arretrati. Soliti  occhi con travi che osservano pagliuzze negli occhi altrui?  Oppure crede il Sig. S. Perrone che, una volta ridiventato Sindaco potrà organizzarsi anche lui la sua bella  immunità così come ha fatto  il suo referente nazionale? 

Ad onor del vero, e, chi è politicamente onesto non può negarlo, va detto che di urlatori ad oltranza a Collepasso ce ne sono diversi e persino su diverse sponde. Ma, a rendere il loro comportamento così irrequieto e irritante, sono proprio i loro adulatori, che, a forza di incitarli con: bravo! Bene! Bis!!! Finiscono con il convincerli che veramente sono politicamente dei Solone e belli quanto il mitico Narciso. 

 

 

 F.to gaetano paglialonga

Collepasso, 16/1/2011

  1. Francesco Ria 17 gennaio 2011, 3:15

    Meno male che nel volantino di azzurro popolare “liberazione” è scritto minuscolo…!!!

    Reply
  2. Cacchio, questa chicca mi era proprio sfuggita, andava ripresa, porca miseria, sarà per la prossima volta. ciao francè.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *