Amministrazione? Da crisi annunciata a crisi scongiurata

imgp5284thumbnail1.JPG

Un Consiglio Comunale senza particolare tensione, una maggioranza che ha ben tenuto sulle votazioni  dell’odg, ed è sempre andata da un minimo di nove fino a dieci consiglieri su tutti e sei punti.

 I punti particolarmente di rilievo sono stati il punto 4: un milione e mezzo di euro. Variante  per aumentare, e in alcuni punti del paese migliorare il deflusso delle acque piovane, con costruzioni di nuove vasche e lunghi tratti nuovi da realizzare; altro punto di notevole interesse è stato il punto 5: adozione documento programmatico preliminare sul famosissimo PUG, una volta era il piano regolatore generale. Un’ottima relazione dell’ingegnere interessato, dopo una breve discussione senza tanta enfasi, quasi un po’ tutti erano d’accordo, anche perché è ancora tutto da definire, ed è aperto alle considerazione e ai suggerimenti di tutti gli interessati.

Hanno votato senza indugi le proposte avanzate dall’Amministrazione, sia il consigliere dell’udc sia l’unico consigliere dell’Idv, Ciccardi,  essendo Malorgio assente per motivi di lavoro. Confermando così una stabilità quanto meno fin qui di tutto rispetto. Pertanto, ha avuto buon gioco il Sindaco, quando si è arrivati al settimo punto: “crisi Amministrativa determinazioni” , nel  sostenere che è stato chiesto dalle apposizioni di discutere su questo punto, e, visti  i risultati delle votazioni si può ben dire che si è voluto discutere  sul nulla. Giacchè, sostiene,  la maggioranza gode di buona salute. Non sono  mancate per la verità delle contumelie tra il consigliere dell’Udc  e alcuni consiglieri dell’opposizione.

È proprio su questo punto che i toni si sono scaldati. Ma sia il consigliere dell’Udc, sia il consigliere dell’Idv, hanno voluto però sottolineare alla fine dello scontro che,  pur non facendo parte della maggioranza, sentono, per dovere verso i cittadini  dai quali hanno ricevuto mandato, il dovere di votare tutto quanto va a beneficio dei cittadini. Quindi, finchè questa Amministrazione porterà in sede di Consiglio Comunale proposte nell’interesse della comunità, ci vedrà impegnati a votarle. Diversamente, voteremo contro non avendo nessun vincolo particolare con la maggioranza.  Ed è proprio su queste considerazioni che s’innesta la polemica dell’opposizione, sostenendo che la maggioranza non è tate. Ma il sindaco di par suo sostiene: per voi non è  tale, ma, siccome le proposte che porteremo in Consiglio Comunale saranno sempre cose nell’interesse dei cittadini, abbiamo così la certezza che la maggioranza non verrà a mancare, così come non è mancata oggi. Beh, resoconto molto approssimativo, certo, però il succo è questo. “Si va avanti fino alla scadenza naturale”, e queste, di certo, sono le ultime parole con le quali ha concluso l’ultimo intervento il Sindaco dott. Vito Perrone.

 F.to G.P.

Collepasso, 24/9/2010

immagine00148.jpg

 

  Questa lettera sopra riportata è la richiesta del 22 c. m. del Partito Democratico con la quale si invita il partito dell’Italia dei Valori ad un confronto politico.

Il sottoscritto non può che augurare ai due partiti in questione, una buona e proficua discussione per il superamento di quei punti che furono alla base di attrito e aspro confronto  fino a poco tempo fa.

Siccome abbiamo avuto occasione di registrare anche da parte del Sindaco, in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale una chiara e inequivocabile apertura anche a livello amministrativo, penso che questo fatto sia un passo verso la direzione giusta. perciò, auguri e buon viaggio.

F.to G.P.

Collepasso, 24/9/2010

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. A me sembra tutto un casino. prima si capiva poco, mo non si apisce un c…. comunque, perchè non decidno una buona volta da che parte stare, e la smettono di giocare con gli equivoci! E che cacchio! E tu gaetano da che ca…di parte stai? va bè a sinistra ma con chi ,e come? un po’ più diiarezza anche da parte tua non farebbe male.

    Reply
  2. Caspita, tutti i miei sforzi sono orientati a dare un contributo alla chiarezza. Però pare che non ci sto’ riuscendo. Sono di sinistra malgrado la sinistra non solo non va molto di moda, e qui a Collepasso un po’ peggio, anzi, tutti cercano di prendere le distanze. Quindi, non essendoci una sinistra a Collepasso degna di questo termine, mi trovo costretto a fare la corte a chi dalla sinistra è meno lontano. Insomma, scelgo tra il meno peggio. E’ chiaro adesso? ciao giacomo, chiunque tu sia, F.to, gaetano

    Reply
  3. antonio ciccardi 27 settembre 2010, 9:30

    Caro amico Giacomo come tu dici di chiamarti, non riesco a capire la tua preoccupazione, quando sostieni che prima non si capiva nulla e che ora è tutto un casino, sarebbe opportuno che tu spiegassi meglio quello che vuoi dire, atteso che IDV non ha mai fatto una opposizione solo per fare un dispetto alla maggioranza, l’opposizione dell’IDV è chiara ed è sempre costruttiva, anche perchè noi siamo sempre dalla parte dei cittadini, spero almeno di aver chiarito da che parte stiamo.

    Reply
  4. sig, antonio ciccardi, il Idv so come è collocato sulla scena naionale, è a collepasso che mi pare abbia le idee unpo’ confuse. e che ca…, fai l’assessore, il vice sindaco ti dimetti, fai dei comizi infuocati contro la maggiornaza, poi di colpo sembra che sei disposto a rientrare senza neanche spiegare cosa è cambiato nel frattempo? e no, ci devi delle spiegazioni. il tanto vituperato tuo antagonista è diventato più buono o hai perso la battaglia? su questo dovresti dare qualche spigazine, femo restando che tu puoi fare come ti pare, però devi farci capire cosa vuoi fare anche a noi per capire se meriti un nosro voto oppure no.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *