COLLEPASSO, SI AVVICINA IL TEMPO DELLA FIERA ELETTORALE!!!

 

clip_image009.jpg

VOTA ANTONIO 1

Ma invece di studiar Solone, continuano a soffiare nel trombone!

            Pare che saranno come al solito tanti i debuttanti, ma come per i funghi, spuntano e spariscono in pochi giorni, salvo qualche lodevole eccezione. Pare che le squadre sono  in continuo fermento, occorrono altri mesi per la sedimentazione. Pare che, per quanto riguarda i programmi, per ora è garantito solo il buio pesto. Pare che, il disfacimento dei partiti e delle ideologie tanto denigrate, tanto diffamate da quasi tutti i vertici dei partiti politici, ha prodotto il deserto politico alla base e una miriade di leader ai vertici. I quali hanno fatto assurgere a modello edificante, un’esilarante squadra di narcisi, vanesi, vanagloriosi, megalomani: Berlusconi, Casini, Fini, Di Pietro, Veltroni, Vendola. Dicimocela tutta: hanno rotto…

            Nel dettaglio:  Pare che a destra, c’è scontro al calor bianco tra i due aspiranti sindaci e le due rispettive squadre, Quindi, se dovesse durare quest’andazzo (beh, lo ammetto, non essendo al di sopra delle parti, me lo auguro), buona cosa sarebbe per le altre squadre. Però, coloro che speravano in un fuori gioco politico-amministrativo dell’ex sindaco, per i suoi sopraggiunti guai giudiziari, resteranno sicuramente delusi, ci sarà, ci sarà. E che i guai giudiziari non influenzano gli elettori di destra, beh, Berlusconi docet!  O no?!?  Chel mperador del doloroso regno” se lo risucchi quanto prima!

Pare che, al “centro”, ci sia come sempre una convergenza, una tale forza di gravità da assorbire, da far cadere al suo interno come fosse un buco nero, valanghe di uomini e donne in cerca di una collocazione, diciamo pure… ma si, diciamo pure politica. Comprese quelle due squadre in formazione, sempre decisamente di centro, che sono ancora alla ricerca di una collocazione. Ma un’aspirante sindachessa ad oltranza, che si farebbe torturare piuttosto che mollare, sta mettendo in forze, con questa sua rigida posizione, l’opportunità di realizzare una forte squadra e quindi,  una buona possibilità di vincere le elezioni. Eh sì, non solo in Signore, anche la politica “acceca chi vuol perdere”.

            Pare che, nell’ex centro-sinistra, scrivo ex perché da lungo tempo ormai una grossa fetta di questa aggregazione politica ha subìto e subisce ancora forti impulsi e irresistibili aspirazioni centriste. Impulsi e aspirazioni che, alla fine, hanno raggiunto l’egemonia sull’intero gruppo, almeno a tutt’oggi. A questo c’è da aggiungere la tendenza verso il trascendentale, per cui, centro politico e madonne e santi, fanno la cifra della loro ideologia post moderna, post fordista, post industriale, post politica. Ma ahi loro, il centro dello schieramento è saturo, c’è un tale affollamento che neanche a calci e gomitate si riesce a realizzare un metro quadrato di spazio. Sul trascendentale c’è da dire che la nostra Dea si è scocciata. Infatti, neanche la madonna, pur se “tanto magnanimamente esposta” persino nella laica agorà, non è più disponibile ad effettuare miracoli politici… anzi, si sente presa in giro per l’utilizzo ipocrita che ne facciamo della sua immagine. Messe così le cose una rielezione diventa purtroppo sempre più improbabile per l’ex squadra del centrosinistra.  Comunque, malgrado tutti gli avversari politici e le “Dee”, finalmente non disponibili più a piangere per un pugno di voti, c’è di che augurarsi che queste condizioni migliorino, per non regalare la gestione comunale ad assemblaggi pseudo politici di gran lunga peggiori.

All’elettore, sia esso di centro, di destra o di sinistra, non gli resta altro che “turarsi il naso e votare per il suo meno peggio”, augurandosi tempi migliori per il futuro.

Vota Antonio tornerà ogni qual volta registrerà delle novità, buone o cattive che siano, e invita tutti coloro che hanno informazioni, a riferire a quest’indirizzo, al fine di renderle pubbliche, purché siano vere.

 

F.to,  gaetano paglialonga

Collepasso,19/12/2010

            

  1. certo che è diffile decidere per chi votare di fronte a una così pocdo attraenti squadre.

    Reply
  2. la madonna sulla torre dell’orologio è un pugno nello stomaco antistorico e ignorante alle migliori generazioni che hanno costruito e fatto cresere il nostro paese. Meno male che non eravamo più in amministrazione Caro Compagno, altrimenti ci saremmo coerentemente scherati contro l’ennesima ipocrita ostentazione di cattolicesimo bigotto e, come sempre, ci avrebbero tacciati di massimalismo, estremismo, mangiapretismo, ecc ecc ecc…

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *