E' la fiera elettorale, chi compra e chi vende vacche.

 

c_3_topnews_97730_fotothumbnail1.jpg

ECCO IL MERCANTE IN FIERA

Il mercato nazionale delle vacche è sotto gli occhi di tutti, lo gestisce il miglior mercante d’Italia che risponde al nome di Berlusconi. Persa l’affidabilità dei finiani, ha aperto la campagna acquisti. Sconosciute fin qui le cifre che il mercante trafficone sta sborsando. Deve riuscire a comprare almeno venti vacche, ma pare che non ci siano venti vacche in vendita, e, di conseguenza, rischia di tornare a casa senza aver colmato a dovere la sua stalla. E, a stalla non satura, si aprirebbe la festa della Giustizia.

Ma il mercato delle vacche è aperto anche a livello delle Regioni, Provincie e Comuni, in ogni luogo in cui c’è una scadenza elettorale, non manca la fiera né le vacche in vendita né i compratori interessati.

         Sono certo che, noi a Collepasso, a questo scempio non assisteremo, potendo contare su di un’Amministrazione dichiaratamente di centro-sinistra come l’attuale. Atteggiamenti da fiera delle vacche, sono invece affini alle varie formazioni politiche della destra. Quindi, a Collepasso, secondo queste mie deduzioni, mi auguro realiste, non dovremmo avere una fiera aperta per comprare o vendere delle vacche.

Nella peggiore degli ipotesi si potrebbe raccontare di qualcuno che “ha cambiato idea”, finendo così con il collocarsi spontaneamente a sinistra. Certo è accaduto, ma nessuno lo ha comprato, ci mancherebbe altro! non abbiamo certo i soldi di Berlusconi noi di sinistra! Ma sì dai, noi siamo diversi. Beh, quanto meno così crediamo di essere noi del centro-sinistra, o no! Però, poi:“…Ai posteri/ l’ardua sentenza:…”.

 

 2005121.jpgforza201.jpg

F.to, G.P.

Collepasso, 22/9/2010

 

  1. Non credo che la campagna acquisti Berlusconi la faccia con i soldi propri: credo invece che le spese saremo sempre noi a pagarle in termini di affidamento di posti di responsabilità a degli incapaci il cui unico merito è quello della fedeltà al cavaliare.

    Reply
  2. eh si, ne hai di ragione carissimo Enzo. Sono convinto anch’io! Comunque mi fa piacere notare che segui l’irrequietezze collepassesi che io cerco di dar conto da apprendista “canta storie”, ciao gaetano.

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *